Covid, Annalisa Malara personaggio dell’anno 2020: chi è l’anestesista di Codogno

Annalisa Malara è il personaggio dell'anno scelto da SkyTg24: era già stata premiata alcuni mesi fa dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella

Annalisa Malara, insieme a Laura Ricevuti, è stata ricevuta dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, lo scorso 20 ottobre al Quirinale. In quell’occasione il capo dello Stato le ha conferito ‘motu proprio’ l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana per aver intuito che Mattia, l’altrettanto famoso paziente 1 di Codogno, potesse essere il primo caso accertato di Covid-19 in Italia. Nelle ultime ore l’anestesista è stata nominata ‘Personaggio italiano del 2020‘ da SkyTg24,

Annalisa Malara, chi è l’anestesista di Codogno: il curriculum

Annalisa Malara è la dottoressa che ha diagnosticato a Codogno il primo caso di coronavirus in Italia. Per questo motivo la redazione di SkyTg24 ha deciso di nominarla personaggio italiano del 2020. La Malara, 38 anni, è nata e cresciuta a Cremona. Si è poi specializzata in Anestesia e Rianimazione all’Università di Pavia e, dopo la formazione al Policlinico San Matteo, ha lavorato prima all’Ospedale civile di Vigevano e poi all’Ospedale Maggiore di Lodi, a cui è collegata la struttura ospedaliera di Codogno.

Proprio a Codogno era di turno il 20 febbraio 2020, quando è stato ricoverato Mattia che, proprio grazie alla sua intuizione, è diventato il primo caso accertato di Covid-19 in Italia. Il famoso ‘Paziente 1’. A rappresentare il lavoro e lo sforzo di tutti i medici, Malara è stata riconosciuta come simbolo di quest’anno così tormentato e intenso in Italia.

Annalisa Malara, chi l’ha votata come ‘Personaggio dell’Anno’

A selezionare il nome di Annalisa Malara per Sky Tg24 è stata una giuria composta da giornalisti, sondaggisti, personalità dell’economia, della scienza e della cultura. L’anestesista ha detto di voler condividere il riconoscimento con tutti gli operatori sanitari, i medici, gli infermieri e i soccorritori che “durante questi lunghi mesi di pandemia hanno dato davvero l’anima per riuscire a far fronte a questa gravissima emergenza sanitaria”.

Quindi, una sua riflessione sul vaccino. Secondo la Malara il fatto che più aziende stiano arrivando a finalizzarne la produzione è un’ottima notizia: “Sarò sicuramente in prima linea a effettuare il vaccino quando sarà disponibile in Italia, ci credo tantissimo: vaccinarsi è la migliore arma che abbiamo a disposizione contro malattie gravi e pericolosissime come il coronavirus”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid, Annalisa Malara personaggio dell’anno 2020: chi è l&#821...