Totti-Blasi, quanto costerà la separazione: c’è già l’accordo

Accordo con negoziazione assistita per Totti e Blasi, un modo per evitare di ricorrere alle aule di tribunale per concludere la separazione

Il divorzio dell’anno, tra due dei personaggi più amati in Italia. Quella tra Francesco Totti e Ilary Blasi, dopo oltre vent’anni di amore e 17 di matrimonio, è la separazione più chiacchierata, il gossip più discusso negli ultimi giorni dopo l’annuncio della fine del rapporto tra i due arrivata lo scorso 11 luglio. Dopo tanti rumors, fatti di voci di corridoio su tradimenti e un matrimonio che scricchiolava da tempo, l’ex capitano della Roma e la showgirl hanno annunciato nelle scorse ore la fine del matrimonio e già avrebbero trovato l’accordo per la separazione senza alzare un polverone legale (intanto il calciomercato non si ferma e Koulibaly vola al Chelsea).

Separazione Totti-Blasi, accordo trovato

L’annuncio dell’11 luglio non è stato altro che il modo per ufficializzare alla stampa e ai social la fine del rapporto tra Totti e Ilary Blasi che però, secondo quanto emerge, già da tempo erano separati in casa. Dopo la notizia uscita a febbraio e le smentite del caso, la coppia infatti avrebbe lavorato sotto traccia per giungere all’accordo per il divorzio, per cercare di non creare un vero e proprio terremoto legale che avrebbe coinvolto e sconvolto i figli Christian, Chanel e Isabel.

Ecco allora che gli avvocati del Pupone e della showgirl hanno lavorato in silenzio per raggiungere l’accordo di quello che risulterebbe essere un divorzio milionario. Quella scelta da Totti-Blasi infatti è stata una separazione “con negoziazione assistita”, procedura introdotta nel 2014 che consente di conseguire lo status di separati in breve tempo e senza andare in Tribunale. nello specifico, quindi, si è raggiunto l’accordo in via stragiudiziale.

Quanto costerà il divorzio Totti-Blasi

Secondo quanto riportato dal Il Messaggero, l’ex coppia da settimane ha già deciso cosa spetta a chi e soprattutto i termini di affido dei tre figli ancora minorenni Christian, Chanel e Isabel. Nello specifico l’accordo raggiunto prevede che Ilary resterà a vivere, insieme ai figli, nella maga villa dell’Eur e riceverà ogni mese dall’ex marito un assegno di mantenimento sostanzioso (si parla di cifre con diversi zeri).

Nell’accordo è previsto anche inoltre che Totti le liquiderà le partecipazioni societarie, entrambe al 90% (il restante 10% appartiene a membri della famiglia Blasi), della società di gestione dei diritti d’immagine e marketing (la Number Five srl) e della società sportiva dilettantistica Sporting Club Totti. Per il resto i coniugi sono in separazione dei beni, dunque a ognuno resterà la propria parte.

A lei dunque rimarranno un appartamento a Milano e uno a Roma, due garage e una nuda proprietà su una porzione della villa coniugale. Lui è proprietario della casa in cui abitavano oltre che di un appartamento nello stesso quartiere, della villa di Sabaudia, di un villino nel quartiere Axa (dove si dice si sia trasferito), di due magazzini e altrettanti garage (a proposito di divorzio, qui vi abbiamo parlato dello sconto delle tasse in caso di separazione).

Intanto, dopo l’annuncio della separazione, Francesco Totti si è svagato giocando a padel in compagnia della amico nonché ex compagno Vincent Candela, Ilary invece ha fatto le valige ed è volata in Tanzania con la sorella e i figli per staccare e non ascoltare il chiacchiericcio che è esploso alla notizia della fine del matrimonio.