Sparito il quadro più costoso del mondo attribuito a Leonardo

Che fine ha fatto il Salvador Mundi? Intrigo internazionale attorno all'opera attribuita a Leonardo da Vinci costata 450 milioni

Dovrebbe trovarsi ad Abu Dhabi ma non c’è e forse non ci è mai arrivato. Ci sono tutti gli ingredienti per un intrigatissimo giallo internazionale nel curioso caso del quadro più costoso al mondo.

Parliamo del “Salvador Mundi” attribuito con qualche contestazione al pennello di Leonardo e venduto per 450 milioni di dollari nel novembre 2017. Avrebbe dovuto costituire il perno a cui ancorare la già favolosa collezione del Louvre di Abu Dhabi, ma, da quando ha lasciato i saloni di Christie’s a New York dopo la vendita, il quadro è letteralmente scomparso dalla circolazione.

A lanciare l’allarme mediatico è una inchiesta del New York times. Come ricostruito, l’opera è stata acquistata nel 2017 per la cifra record di 450,3 milioni di dollari a un intermediario di un ricco uomo saudita che si presume sia il principe ereditario Mohammed bin Salman. Poi il buio. New York, Parigi, Svizzera e Emirati, nessuna traccia. Fatto sta che il quadro non si trova a Abu Dhabi, dove sarebbe dovuto essere esposto dal 2018. Ancora più strano è che nell’anno in cui si celebrano i 500 anni di Leonardo da Vinci, il museo esiti a mostrare proprio il famosissimo dipinto di Gesù Cristo.

Il dipartimento culturale degli Emirati Arabi Uniti, secondo quanto si legge sul Nyt, non ha mai voluto rispondere alle domande sull’ubicazione dell’opera. Un vero e proprio intrigo internazionale che ha riacceso la disputa sulla sua autenticità oggetto da sempre di un grande dibattito tra esperti.

Il Salvator Mundi è uno dei meno noti dei 20 dipinti superstiti del maestro del Rinascimento italiano, di cui l’attribuzione è rimasta a lungo incerta. Ritenuto distrutto, il Salvator Mundi è stato riscoperto nel 2007.  Il dipinto è stato reso noto al pubblico solo nel 2011 in occasione di una mostra alla National Gallery di Londra in cui è stato presentato al pubblico dopo un restauro che ha eliminato vecchie ridipinture.

Dopo il restauro all’Institute of Fine Arts della New York University è andato all’asta nel novembre 2017 presso Christie’s a New York: ad aggiudicarselo il Dipartimento di Cultura e Turismo di Abu Dhabi. Che avrebbe dovuto esporlo al Louvre di Abu Dhabi a partire dal 18 settembre 2018. Sembra destinato a non trovare una soluzione a breve il giallo dell’opera d’arte più costosa del mondo, partita da Londra e mai giunta a destinazione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sparito il quadro più costoso del mondo attribuito a Leonardo