Skincare routine per iniziare al meglio la giornata

Ecco gli step fondamentali (e qualche bonus) per mantenere il viso giovane ed elastico

Foto di Annalaura Sabato

Annalaura Sabato

Esperta di trend lifestyle

Editor, Social Media Manager e Web Strategist.

Tutte le pelli hanno bisogno di una routine specifica. Il detto “meglio prevenire che curare” vale soprattutto in questi casi: è necessario sempre giocare di anticipo con cure, creme e sieri per mantenere il viso giovane e elastico. Basti pensare che l’età consigliata per iniziare con le creme anti-aging è 25 anni!

Una skincare routine strutturata e quotidiana piò davvero fare la differenza e i risultati sono visibili già dalle prime settimane. Innanzitutto è bene partire da una domanda: che tipo di pelle abbiamo? Secca, grassa o mista? Una volta effettuata l’analisi è necessario munirsi dei prodotti adatti alle nostre caratteristiche e esigenze.

I tre step fondamentali e imprescindibili sono: detersione, tonico e idratazione. Attorno a questi punti cardine possiamo costruire la nostra “coccola” mattutina.

Detersione

La scelta del giusto tipo di detergente è alla base di tutta la routine. Se abbiamo una pelle piuttosto sensibile sarà opportuno non scegliere un prodotto eccessivamente aggressivo che rischierebbe di creare irritazioni e fastidi, mentre se la nostra è una pelle grassa, un prodotto che deterga in profondità è importantissimo per la buona resa dei prodotti che verranno applicati successivamente. Ne esistono di diverso tipo in commercio come in mousse, gel o classici.

Tonico

Un gesto che viene percepito come una “coccola”. Passare tutte le mattine un po’ di tonico sul viso con un dischetto di cotone può davvero fare la differenza. Ha un’azione lenitiva e astringente ma soprattutto permette alla pelle di essere preparata al meglio per assorbire tutti i prodotti che applicheremo successivamente, come siero e crema. Inoltre ha dona una sensazione di freschezza che ci aiuterà a svegliarci al mattino.

Idratazione

Sull’idratazione si aprono due strade: è meglio utilizzare un siero o una crema? Questo è molto soggettivo e dipende, sempre, da che tipo di pelle abbiamo, quali sono le nostre esigenze e in quale stagione siamo. Il siero è tendenzialmente più corposo, adatto al freddo inverno ma anche al cambio stagione perchè supporta la pelle dagli sbalzi di temperatura eccessivi. La crema è un passpartout quotidiano, adatto a tutte le stagioni e a tutte le esigenze

A questa routine quotidiana possiamo aggiungere dei piccoli passaggi da introdurre un paio di volte a settimana:

Esfoliazione

È bene esfoliare il viso almeno una volta a settimana con uno scrub in modo da eliminare tutte le impurità superficiali e favorire una rigenerazione della pelle. Per questo step non è necessario avere tanti prodotti: basterà mescolare del sale grosso del miele per ottenere un ottimo scrub naturale!

Pulizia del viso

Almeno una volta al mese andrebbe fatta una pulizia del viso e anche in questo caso non è necessario possedere grandi prodotti. Basterà mettere a bollire una pentola, fare una sauna al viso in modo da aprire i pori e… avere tanta pazienza nella rimozione delle impurità. Dobbiamo sempre tenere a mente che tutto ciò che abbiamo sotto pelle prima o poi verrà fuori. Mantenere, dunque, sempre puliti gli strati più profondi della pelle è la miglior prevenzione per la formazione di varie impurità come brufoli o punti neri.

Maschere
Le maschere sono una vera e propria coccola per il nostro viso, una ricarica di idratazione che aiuta il mantenimento del lavoro quotidiano. Ne esistono di diversi tipi in commercio: in crema, che andranno successivamente risciacquate, in gel e a patch, che sono sicuramente quelle più pratiche e comode. Un piccolo consiglio, se si viaggia spesso in treno o aereo, è quello di averne sempre una in valigia in modo da non rendere la pelle eccessivamente secca a causa dell’aria.