Ecco come la Silicon Valley è diventata uno strumento di controllo

Come la Silicon Valley, da culla di libertà e democrazia, è diventata lo strumento del controllo per eccellenza

Quando pensiamo oggi alla Silicon Valley, la vediamo meno “dorata” rispetto a qualche anno fa. Un tempo era considerata la culla del “capitalismo buono” che avrebbe dato gli strumenti a tutto il mondo per essere in connessione in modo democratico. Ricchi e poveri avrebbero avuto accesso alle stesse tecnologie, sfruttandole esattamente allo stesso modo. Il mondo doveva diventare un posto trasparente, e per un periodo lo è stato. I social e il World Wide Web hanno persino aumentato il livello di attivismo politico e – come nel caso delle Primavere Arabe – sono stati il mezzo per la riuscita (almeno all’epoca) delle rivolte giovanili.

Negli anni, Google, Facebook, Twitter e altre piattaforme, hanno cominciato a espandersi molto a livello economico e hanno iniziato ad avere accordi con i governi, soprattutto per quanto riguarda il settore della sicurezza. Ad esempio, Google ha un contratto con la National Geospatial-Intelligence Agency (NGA), che ha la licenza di usare Google Earth Builder. Questo tipo di tecnologia è utilizzata non solo per obiettivi geospaziali – che sono quelli dell’agenzia – ma anche per supportare le truppe statunitensi in Iraq. Pure Amazon ha iniziato a collaborare con la CIA. Il colosso ha sviluppato un sistema cloud per i computer dei servizi segreti, stringendo un accordo da 600milioni di dollari.

La militarizzazione degli Stati Uniti è sempre più estesa. I droni e le telecamere monitorano stabilmente in tempo reale soprattutto i confini più caldi come quello di Messico e Canada. Il dipartimento di sicurezza colleziona giornalmente – grazie alla tecnologia sviluppata nella Silicon Valleyimmagini e video dei cittadini americani, che non sanno di essere spiati 24 ore su 24. Non solo: la polizia riesce a infiltrarsi nei vari gruppi di attivisti politici, estendendo così il controllo sulla popolazione non in linea con le posizioni governative. Questo dimostra che strumenti hi-tech una volta usati solo nella lotta al terrorismo, sono oggi sperimentati su qualsiasi persona considerata un nemico per lo Stato o le grandi corporazioni. Il Dipartimento di Difesa americano, a tal fine, sta conducendo esperimenti sull’uso d’internet e le sue implicazioni nel 21esimo secolo. E quello che doveva essere uno strumento di libertà è diventato l’apoteosi del controllo.

Ecco come la Silicon Valley è diventata uno strumento di control...