Fa discutere la pubblicità di un’azienda: invita a emigrare

Cartellone pubblicitario scatena la polemica a Napoli e non solo. L'azienda si scusa e cambia strategia

Scoppia la polemica a Napoli e non solo per una trovata pubblicitaria. Secondo molti utenti e la leader di Potere al Polo, Viola Carofalo, inciterebbe all’emigrazione.

Messo in pausa il discorso immigrazione, si torna a parlare brevemente della questione emigrazione, da Sud a Nord, che ancora vede protagonisti le giovani speranze del meridione italiano. A far scoppiare nuovamente la scintilla è un cartellone pubblicitario, fotografato e diffuso in rete. A dare visibilità alla storia è poi stata Viola Carofalo, leader di Potere al Popolo.

Si tratta di una trovata pubblicitaria ideata da BusItalia, ovvero il servizio di trasporti delle Ferrovie dello Stato, in strada. In breve la rete si è scatenata, puntando il dito contro lo slogan diffuso a Napoli: “Porta al Nord il meglio del Sud”. Un messaggio visto come un’esortazione all’emigrazione e, pur sapendo che non sarà di certo l’offerta dei trasporti a spingere i giovani verso altri lidi, la trovata è stata ritenuta offensiva.

L’immagine è stata pubblicata su numerosi gruppi di orgoglio meridionale e partenopeo nello specifico, con gli amministratori pronti a chiedere ai propri utenti di protestare attivamente contro il messaggio in sé e cosa rappresenta.

La Carofalo, uno dei personaggi politici in vista nelle ultime elezioni politiche, ha deciso di condividere sul proprio profilo privato uno dei post circolanti su Facebook: “A noi piacerebbe invece che il meglio del Sud potesse restare al Sud. Giovani, risorse e competenze. Ci tocca invece partire, con o senza bagaglio aggiunto (riferimento all’offerta di BusItalia). Ieri con la valigia di cartone, oggi con il bus, il wi-fi e l’alta velocità”.

L’azienda ha però difeso prontamente le proprie intenzioni, sottolineando come il tutto sia stato male interpretato. L’ufficio stampa di Ferrovie dello Stato è stato intervistato dal Corriere del Mezzogiorno, spiegando il proprio punto di vista: “Siamo davvero dispiaciuti che un messaggio pubblicitario giocoso abbia potuto urtare la suscettibilità di qualcuno. L’unico intento era quello di informare della possibilità di portare i bagagli gratuitamente”.

L’azienda ha inoltre informato gli utenti d’avere intenzione di sostituire al più presto i cartelloni in oggetto, provvedendo alla realizzazione di campagne pubblicitarie con un messaggio più chiaro, evitando ulteriori dissapori sul web e non solo.

Cartellone pubblicitario Napoli

Fonte Foto: Facebook

Fa discutere la pubblicità di un’azienda: invita a emigrar...