Netflix boicottata dai social per il film “Cuties”: il caso

La piattaforma streaming è sotto accusa per la nuova uscita definita dai social un "incentivo alla pedofilia"

Netflix finisce nella tempesta social per la sua nuova uscita “Cuties”, la storia di un gruppo di ragazzine undicenni che ballano in uno show vietato ai minori, giudicata troppo sessualizzata e provocatoria. E il web boicotta l’uscita del film.

Netflix boicottata dai social per il film “Cuties”: il caso

“Inventiva alla pedofilia” è il tenore dei commenti che in queste ore rimbalzano su Internet tra gli utenti della piattaforma. Una petizione promossa per far rimuovere il film dal palinsesto di Netlix è stata già firmata da 660mila persone, mentre l’hashtag #cancelnetflix infuria sui social per spingere le persone ad annullare il proprio abbonamento.

Tanto che in molti hanno testimoniato la loro presa di posizione pubblicando le immagini con la disdetta del contratto. Una mobilitazione talmente diffusa da portare il titolo del colosso di intrattenimento a perdere 9 miliardi in borsa in una sola giornata.

Ma la replica di Netflix non si fa attendere e dalla piattaforma spiegano come lo scopo l’intento dell’opera si esattamente il contrario di quanto imputato dall’opinione pubblica: “Cuties – si legge in un comunicato – è un racconto sociale contro la sessualizzazione dei bambini. È un film pluripremiato e una storia potente sulla pressione che le giovani ragazze subiscono sui social media e dalla società man mano che crescono e incoraggiamo chiunque abbia a cuore questi temi così importanti a guardare il film”.

Netflix boicottata dai social per il film “Cuties”: la storia

La commedia francese parla della vita di Amy una ragazzina senegalese di 11 anni che si iscrive alla scuola di danza soprannominata “Cuties”, in lingua originale “Mignonnes”, cioè “carine”, e inizia così un percorso di emancipazione alla scoperta della propria femminilità e delle proprie passioni, in aperto conflitto con i valori della fede musulmana dettati dalla sua famiglia.

L’opera prima scritta e diretta dalla regista franco-senegalese Maimouna Doucouré, ha ricevuto il premio del World Cinema Dramatic Directing Award al Sundance Film Festival, un riconoscimento unito alle recensioni entusiastiche di parte della critica che faceva ben sperare Netiflix per il lancio della produzione il 9 settembre.

Netflix boicottata dai social per il film “Cuties”: il precedente della locandina

Prima dell’uscita del film, ad aver provocato le reazioni sdegnate del web era già stata la locandina creata per il pubblico mondiale, ma giudicata troppo sessualizzata perché ritrae quattro ragazzine in pose provocanti e vestiti attillati.

Netlfix era stata costretta a ritirarla con tanto di scuse :”Siamo profondamente dispiaciuti per la locandina inappropriata che abbiamo utilizzato per ‘Mignonnes’ / ‘Cuties’ -aveva detto un portavoce di Netflix in una dichiarazione al settimanale Variety- Non andava bene, né rappresentava questo film francese presentato in anteprima al Sundance. Abbiamo ora aggiornato le immagini e la descrizione”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Netflix boicottata dai social per il film “Cuties”: il cas...