Mirko Scarcella, il caso del guru di Instagram smascherato dalle Iene

Dietro all'ascesa dei clienti del social media manager più famoso d'Italia ci sarebbe l'acquisto di follower fake

“Ma lei conosce Mirko Scarcella?”. Questa la domanda che Gaston Zama, giornalista delle Iene, ha posto a diverse persone tirate in ballo da quello che fino a ieri era considerato il ‘guru’ di Instagram. Ma durante il servizio trasmesso su Italia 1 la risposta è stata quasi sempre la stessa: “Mai sentito“.

Eppure Mirko Scarcella ha più volte ribadito di essere il social media manager più famoso al mondo, di lavorare con le sorelle Kardashian e con Cristiano Ronaldo, di aver contribuito a rendere famosissimo Gianluca Vacchi. Ha anche annunciato di aver da poco iniziato una collaborazione con la rivista Forbes.

In Italia è stato capace di attirare l’attenzione di diverse trasmissioni Rai e Mediaset, accompagnando le ospitate alla scrittura di diversi libri. Tema ricorrente: fare soldi con i social.

Mirko Scarcella e i follower fake

Ma perché Scarcella è finito nel mirino delle Iene? La fortuna di un influencer è il numero dei suoi follower e lui, da sempre, critica quelle agenzie di comunicazione che acquistano profili fake per ingrossare il seguito di utenti che sognano di sfondare nel mondo dei social.

Ebbene, dal servizio delle Iene è emerso che lo stesso Scarcella ha percorso più volte questa strada opaca. Millantando di guidare una squadra di persone esperte nell’“accendere i server” e di dare risalto a un account piuttosto che a un altro, il social media manager ha comprato di nascosto migliaia e migliaia di follower creati soprattutto in India, Brasile, Pakistan.

Il problema è che un social come Instagram è in grado di capire, prima di un occhio meno esperto, se il seguito di un profilo consista in persone reali o in un esercito di fake originati dai cosiddetti bot. E tende a punire gli utenti che cercano, in sostanza, di ‘truffare’ l’algoritmo.

Quanto costano i follower fake

Diverse persone intervistate durante il servizio hanno raccontato di aver girato ingenti somme a Scarcella. Un imprenditore ha dimostrato addirittura di aver pagato complessivamente quasi 300 mila euro per un totale di 300 mila follower (via via cancellati da Instagram).

Ci sono siti che per 1000 ‘seguaci’ si limitano a chiedere dai 6 ai 10 dollari.

La replica di Scarcella è arrivata proprio attraverso il suo account ufficiale, in una story: “Ho appena finito di vedere il servizio de Le Iene. Chiederò il diritto di replica per tutte le buffonate che sono state dette così vedremo chi è il vero ciarlatano, enjoy”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mirko Scarcella, il caso del guru di Instagram smascherato dalle Iene