Milano: la città degli stipendi più alti nel 2018

Il capoluogo della Lombardia vanta i migliori stipendi in vari settori. Ecco quali

Milano si riconferma, per il secondo anno consecutivo, la città dagli stipendi più alti d’Italia, secondo Salary Guide, la ricerca che fornisce un’analisi approfondita sul mondo del lavoro nel nostro Paese.

L’indagine ha coinvolto oltre 170 aziende e circa 860 professionisti ed ha preso in considerazione gli stipendi annuali medi lordi di varie figure professionali che lavorano in 4 città importanti italiane: Roma, Milano, Torino, Bologna. Tra i settori aziendali che sono stati analizzati, ci sono in seguenti: banking, insurance, engineering, finance, IT, sales & marketing, oil&gas, life sciences, tessile/abbigliamento, energy, GDO/retail.

Dai dati analizzati è emerso che a Milano i settori più remunerativi sono quelli relativi al settore Life Sciences: un medical director che opera nella città lombarda da oltre 10 anni arriva a guadagnare circa 150 mila euro all’anno, rispetto ad un collega che lavora a Bologna, dove guadagna circa 30 mila euro in meno. La ricerca sottolinea, inoltre, quanto questo settore sia in continua evoluzione e sia una grande opportunità per i giovani. Nei prossimi 5 anni le figure più ricercate saranno, soprattutto, i Key Account e Market Access, responsabili delle gare ospedaliere e dell’accesso dei farmaci sul mercato.

Un altro settore in cui le retribuzioni sono elevate è quello relativo alla Finanza. Le buste paga di un Chief Financial Officer del settore GDO/Retail arrivano a circa 120 mila euro, rispetto agli stipendi di Torino di circa 80 mila euro. Anche questo settore, secondo Salary Guide, è in continua crescita. Sono molto buone le prospettive, soprattutto, per i Tax Manager, gli specialisti di fiscalità e le figure di Finance Manager. Per accedere a queste mansioni, è necessario possedere una laurea in Economia e preferibilmente un master conseguito all’estero.

Le buste paga di un Marketing  & Communication Director in ambito Retail a Milano e a Roma può arrivare a guadagnare circa 90 mila euro all’anno. Il divario tra la capitale e la città meneghina aumenta invece nel comparto alimentare: un direttore d’acquisti a Milano può guadagnare circa 80 mila euro, mentre a Roma lo stipendio non supera i 60 mila euro. Per imporsi nel mercato sales&marketing, il professionista ideale deve essere ampiamente disponibile alla mobilità nazionale ed internazionale, oltre ad avere un’ottima padronanza della lingua inglese.

Per chi ha aspirazione di lavorare a Milano, le opportunità di guadagnare bene, quindi, non mancano assolutamente. Trovare il lavoro dei propri sogni e ben pagato nella città della Madonnina è sempre possibile.

Milano: la città degli stipendi più alti nel 2018