Arte, Design, Chimica e Meccatronica: come la moda crea cultura e innovazione

Confindustria moda racconta le professioni più richieste in un settore strategico per il Paese da un punto di vista economico, culturale e sociale.

L’industria del Tessile, Moda e Accessorio Made in Italy è un asset strategicoper il Paese non solo per la capacità di creare lavoro di qualità e ricchezza lungo tutto lo stivale, ma anche perché in grado di stimolare una crescita culturalea 360°. Questo è quanto emerge dal 5° Mastertech della Moda, l’appuntamento annuale che il Comitato Education di Confindustria Moda, la federazione che riunisce le 7 associazioni che rappresentano i settori del Tessile, Moda e Accessorio Made in Italy, organizza per raccontare a giovani, famiglie e scuole l’evoluzione della richiesta di competenze nel settore.

Realizzato nel contesto di Job&Orienta, il salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro promosso da Veronafiere e Regione del Veneto, in collaborazione con Ministero dell’Istruzione e Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, il 5° Mastertech ha messo in luce come il TMA sia uno stimolo sia per la cultura umanistica e per uno sviluppo del gusto estetico, attraverso la domanda in arte e design, sia per la cultura tecnico-scientifica, manifestando una forte richiesta di figure altamente specializzate nei settori della Chimica e della Meccatronica.

Arte e design nella Moda
Il Tessile, Moda e Accessorio Made in Italy ha saputo contraddistinguersi nel mondo grazie alle straordinarie qualità creative che la sua capacità manifatturiera e artigianale ha saputo mettere in campo, sviluppando un’offerta di collezioni sempre nuove che garantiscono la competitività nei mercati internazionali. Pensare un abito o un accessorio, realizzarlo con il tessuto o il materiale giusto, trasformare un’intuizione artistica e creativa in un prodotto da immettere sul mercato sono attività che rendono il settore un mix perfetto di creatività e tecnica, di arte e industria. Per questa ragione, ha sottolineato l’ITS toscano MITA nel corso del suo intervento, nei prossimi anni saranno sempre più ricercate figure in grado di essere integrate nei team di Ricerca & Sviluppo, anche in ambito creativo.

La meccatronica al servizio della Moda
L’Industria 4.0 gioca e giocherà un ruolo sempre maggiore in tutto il settore Tessile, Moda e Accessorio. A raccontare l’importanza della meccatronica, ovvero la disciplina che unisce la meccanica, l’elettronica e l’informatica, l’I.T.I.S Galileo Galilei di Roma e l’I.T.I.S Paleocapa di Bergamo, insieme a realtà italiane di eccellenza quali Itema e Thelios. Queste realtà del Made in Italy sono la prova tangibile di quanto la meccatronica giocherà un ruolo sempre più strategico nell’Industria TMA con il conseguente aumento nella richiesta di figure specializzate in questo settore.

La Chimica al servizio della Moda
La capacità di trattare cuoio, tessuto e pelli, le abilità di creare tinture sempre nuove e sostenibili sono solo alcuni esempi di quanto la domanda di chimici sia fortemente interconnessa con l’industria del Tessile, Moda e Accessorio. Figure come i tecnici di laboratorio, sono altamente ricercate nel settore perché in grado di far fare un salto di qualità nella sfida della sostenibilità e perché avranno un ruolo sempre più strategico nella competitività internazionale dell’Industria Made in Italy.