I madrelingua inglesi sono i peggiori comunicatori del mondo?

Sembra che gli anglofoni non siano dei buoni comunicatori a differenza del resto del mondo

L’inglese è fondamentale nel mondo del lavoro e ormai è richiesto da tutte le parti: ma sapevate che i madrelingua sono pessimi comunicatori?

Ce lo sentiamo ripetere ormai da molti anni: non ci sono più scuse per non conoscere l’inglese. Soprattutto dopo l’entrata in vigore di Schengen all’interno dell’Unione Europea, la mobilità lavorativa dei cittadini è aumentata costantemente. Non è raro che una persona si sposti di Stato in Stato, tra un’azienda e l’altra e che spesso viaggi per lavoro in tutta Europa. Ragion per cui, se si vuole fare carriera, bisogna imparare l’inglese. Ma questa lingua è richiesta ormai per qualsiasi tipo d’impiego per andare incontro alle esigenze dei turisti. Non sapete la lingua di Shakespeare? È ora d’impararla.

Se milioni di persone in tutto il mondo si stanno cimentando con l’inglese, i fortunati madrelingua sono stati invece raggiunti da una brutta notizia. Secondo un team di studiosi, infatti, gli anglofoni sono in realtà pessimi comunicatori. «Molti madrelingua sono felici che la loro sia diventata la lingua globale usata in tutto in mondo. E pensano di non dover sprecare tempo a impararne un’altra – ha dichiarato Chia Suan Chong, studioso di comunicazione – Ma, spesso, non si rendono conto che nelle sale riunioni è pieno di persone che vengono da paesi differenti che comunicano in inglese capendosi perfettamente. E poi nella stanza entra un inglese o un americano e improvvisamente nessuno comprende più nulla».

«I madrelingua inglesi in genere sono monolingue e non sono molto bravi a variare», ha detto la professoressa Jennifer Jenkins dell’università di Southampton. Chi è anglofono, infatti, parla spesso velocemente – cedendo anche allo slang – ed è difficile comprenderlo. Mentre chi non lo è, sceglie molto attentamente le parole da usare, non utilizza termini impropri e parla lentamente in modo da farsi comprendere da tutti. Gli inglesi fanno giochi di parole che si riferiscono esclusivamente alla loro cultura e incomprensibili al resto del mondo, nelle e-mail usano abbreviazioni che capiscono solo loro. Come “OOO”, che per noi non significa nulla ma che per loro vuol dire che non saranno in ufficio.

Gli inglesi e gli americani non se ne saranno nemmeno resi conto, ma di certo chi non è madrelingua saprà perfettamente di che cosa stiamo parlando.

I madrelingua inglesi sono i peggiori comunicatori del mondo?