Jay-Z è il primo rapper miliardario della storia

Jay-Z entra nella storia: per Forbes è il primo rapper miliardario. Tuffo nell'impero economico dell'artista

Jay-Z è il primo rapper miliardario della storia. Lo ha decretato Forbes, piazzandolo in cima alla classifica dei personaggi più ricchi del mondo dello spettacolo. Un patrimonio stellare, da capogiro, che gli ha fatto conquistare il titolo a mani basse.

La rivista Forbes, come molti sapranno, ogni anno si occupa della redazione delle classifiche dei più ricchi al mondo. Questa volta si è concentrata sui volti noti del mondo dello spettacolo, coinvolgendo nella sua indagine anche gli artisti milionari (e miliardari) dello showbiz musicale.

Ad avere la meglio, tra tutti i rapper che si sono aggiudicati un posto nella classifica, è stato Jay-Z o, per meglio dire, il suo patrimonio. Se vi state chiedendo a quale donna spetta il primato, invece, secondo Forbes è Rihanna l’artista più ricca del mondo.

Il marito di Beyoncé, secondo la rivista economica, ha un capitale di oltre 1 miliardo di dollari. Una cifra considerevole che, per ovvi motivi, lo ha portato alla vetta (rendendolo uno degli uomini più ricchi del mondo dello spettacolo).

Un vero e proprio impero miliardario quello di Jay-Z che, ad oggi, è composto principalmente da guadagni provenienti dalla sua attività artistica (che al momento vale – appunto – più di un miliardo di dollari).

Insieme alla moglie Beyoncé, inoltre, il rapper possiede un elegante attico a Manhattan, nel sofisticato quartiere Tribeca. Questo, però, non è l’unico immobile di cui Jay-Z e consorte sono proprietari a New York. La coppia, difatti, ha comprato diversi appartamenti anche nella periferia della città, oltre ad altre case a Bel Lair, zona residenziale di Los Angeles alle pendici Santa Monica Mountains.

La rivista Forbes, per di più, non si è limitata ad elencare i compensi dell’artista e le sue proprietà immobiliari, ma ha fatto letteralmente i conti in tasca a Jay-Z. Il patrimonio miliardario del rapper, secondo l’analisi svolta, può essere così frazionato:

  • 310 milioni per l’Armand de Brignac champagne e 100 milioni per il D’Ussé cognac (di cui è co-proprietario con Bacardi)
  • 100 milioni per il servizio di streaming Tidal;
  • 75 milioni per l’etichetta Roc Nation;
  • 75 milioni per il catalogo musicale;
  • 70 milioni per la sua collezione d’arte personale;
  • 50 milioni nel settore immobiliare.

A questo capitale, in fine, va aggiunto il totale contanti e investimenti (inclusa una partecipazione in Uber di circa 70 milioni) pari a 220 milioni di dollari.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Jay-Z è il primo rapper miliardario della storia