Il segreto della eterna giovinezza: lo yoga facciale

L’Happy Face Yoga è un ottimo rimedio per tenere in forma il proprio viso: lo dice una ricerca della Northwestern University

Siamo abituati a reagire con il sorriso ogni qual volta un giornale o un sito web riporta una ricerca effettuata dall’University of Wisconsin–Madison o dall’University of Hawaii attribuendo bassa credibilità a un istituto di ricerca localizzato in un territorio che richiama in qualche modo un territorio esotico. Figurarsi se la ricerca in questione tratta di Yoga: per qualcuno poco avvezzo alle culture orientali, all’esotico si unisce l’esoterico! Così non è, ma bisogna chiarire in questi anni di fake news due punti: una ricerca universitaria non è scienza se prima non viene posta al vaglio della comunità scientifica che la conferma; una ricerca su un metodo che vede la forte collaborazione di chi questa disciplina l’ha ideata, potrebbe essere carente di oggettività.

Queste sono premesse dovute per parlare della ricerca sull’Happy Face Yoga condotta dalla Northwestern University, che per portarla avanti si è avvalsa della collaborazione di Gary Sikorski che per la cronaca è l’ideatore dell’Happy Face Yoga. Secondo questa disciplina, tenere in forma il viso ogni giorno con sessioni mirate di movimenti ed esercizi aiuterebbe ad apparire più tonici e a combattere l’invecchiamento della pelle. Premettendo che la ginnastica facciale finalizzata al benessere del viso è una disciplina nota da decenni, vediamo in cosa consiste tale ricerca.

Un gruppo di persone di età compresa fra i 40 e i 65 anni, con problemi di pelle legati all’invecchiamento e a un’eccessiva esposizione solare è stato coinvolto dal team universitario di ricercatori. A insegnare loro i 32 movimenti da replicare ogni giorno per le successive 8 settimane è stato proprio Gary Sikorski, offrendo così alla ricerca una posizione collaborativa e non invasiva.

Gli esercizi coinvolgono ben 19 aree del viso che attivano muscoli spesso sottoutilizzati, favorendo la tonificazione della pelle e dei tessuti. I partecipanti allo studio sono stati fotografati all’inizio della ricerca, dopo le 8 settimane di allenamento quotidiano e alla conclusione del trattamento. Quali sono stati i risultati? La media di età stimata da chi ha osservato le foto è passata da 50,8 anni a 49,6, fino ad arrivare 48,1 al termine delle 20 settimane.

A questo punto la domanda sorge quasi spontanea: ma se si eccede mica si ritorna bambini?

 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il segreto della eterna giovinezza: lo yoga facciale