Dalla Russia ecco SweatCoin, l’app che ti paga se cammini

Sbarca in Italia SweatCoin, l'app che ti paga le passeggiate all'aria aperta e che ti fa acquistare un iPhone X

Di app che fanno il boom di download e che promettono di rivoluzionare il mondo degli smartphone, si sente parlare spesso, ma questa forse supera tutte le altre per originalità e viralità.

Si chiama SweatCoin, che letteralmente significa “la moneta del sudore” ed il nome dice tutto: l’app promette di pagare se si cammina all’aria aperta. In pratica, ogni numero prestabilito di passi fatti ti dà dei soldi. La rivoluzionaria app dei camminatori seriali è stata progettata nel 2016 da due russi, Oleg Fomenko e Anton Derlyatka ed è sbarcata solo negli ultimi giorni in Italia. Sebbene piuttosto “recente”, è già un caso in tutto il mondo.

SweatCoin è da tempo presente sul mercato degli Stati Uniti e del Regno Unito, e risulta tra i primi posti nella classifica delle app più scaricate. Sono bastati pochi giorni nel Bel Paese per diventare subito l’app con il maggior numero di download su App Store, superando addirittura storici colossi come WhatsApp, Netflix e Youtube.

La piattaforma ha l’obiettivo di promuovere l’esercizio fisico e le passeggiate all’aria aperta, tramite un incentivo in denaro. L’applicazione è stata progettata infatti per non calcolare i passi compiuti in spazi chiusi, mentre le passeggiate all’esterno e nella natura sono pagate. Il pagamento è semplice: ogni 1000 passi, è prevista una ricompensa di 0,95 SweatCoin: una volta raggiunta una somma interessante, è possibile spenderle per acquistare prodotti sullo shop dell’applicazione. Tra i prodotti in vendita, anche iPhone di ultima generazione. Se per esempio si vuole acquistare un iPhoneX, è necessario collezionare 20mila SweatCoin, pari a 21 milioni di passi: perdere peso non sarà più un problema certamente.

L’applicazione amica del movimento è stata accolta favorevolmente da numerosi Paesi: può infatti spingere le persone a fare esercizio fisico, a mantenersi in forma e combattere l’obesità ormai dilagante, tramite piccole ricompense.

Per finanziarsi e poter pagare i camminatori incalliti, SweatCoin utilizza i compensi delle aziende che scelgono di caricare i prodotti sullo shop, che gli utenti potranno comprare con i “soldi” guadagnati passo dopo passo, letteralmente. In Italia, sono tantissimi gli utenti che hanno scelto negli ultimi giorni di provare a faticare all’aria aperta per poter essere ripagati da un piacevole shopping. L’app non è comunque esente da critiche: ad esempio, come fanno notare alcuni, impone di tenere il cellulare sempre acceso, consumando notevole batteria. Ora bisogna aspettare per vedere se l’app sarà un altro “fuoco di paglia” o se presto vedremo strade pieni di maratoneti, che camminano per lo shopping natalizio. In SweatCoin naturalmente.

Dalla Russia ecco SweatCoin, l’app che ti paga se cammini