A quanto ammonta l’affare Cristiano Ronaldo-Juventus? Le cifre da record

L'interesse dei bianconeri per il portoghese porterebbe un nuovo indotto nelle casse del club

Nonostante il Mondiale sia ancora in corso, è il calciomercato ad impazzare in Italia. Complice l’assenza della nazionale azzurra dalla più importante competizione internazionale e la contemporanea nonché sorprendente eliminazione del Portogallo dalla kermesse russa, diverse fonti hanno parlato di un interesse dalla Juventus per Cristiano Ronaldo.

Sulla classe del 33enne nato a Funchal non si discute: ha vinto cinque palloni d’oro e trascinato il Real Madrid alla conquista di tre Champions League consecutive. È proprio da CR7 che la Juventus vorrebbe ripartire dopo la cocente eliminazione della scorsa edizione della competizione europea ad opera proprio delle merengues. Una sconfitta che aveva generato non poche polemiche, decisa da un rigore molto criticato assegnato per un fallo su Lucas Vazquez e realizzato dallo stesso Cristiano Ronaldo.

L’arrivo del portoghese non sarebbe quindi solo una voce di mercato, ma sarebbe supportato da un piano per far indossare a CR7 la maglia numero 7 bianconera. Il vero ostacolo al momento sono le cifre di un affare che probabilmente valica anche i confini del calcio e si spinge su asset puramente finanziari. Su Cristiano Ronaldo pende una clausola rescissoria da 1000 milioni di euro, ma già da qualche giorno l’asso portoghese, soprattutto dopo il clamoroso addio di Zidane, avrebbe fatto pressioni sulla dirigenza dei blancos per ottenere uno sconto dopo aver vinto tutto a Madrid.

L’offerta della Juventus arriva a 100 milioni di euro, che potrebbero essere utili al Real Madrid per rifondare la squadra e puntare nuovamente in alto. Secondo alcune indiscrezioni, l’offerta della Juventus non sarebbe stata scartata a priori, visto che la dirigenza madridista avrebbe posto un veto solo al trasferimento in quattro top team, tra cui spiccano quelli dei rivali del Barcellona e del ricchissimo Paris Saint Germain.

I motivi del malumore di Cristiano Ronaldo nascono anche dai problemi con il fisco spagnolo, dal dualismo con Neymar obiettivo dichiarato del mercato dei blancos e da un rapporto non più così idilliaco con il presidente del Real Madrid Florentino Perez. Per questo, le voci continuano a rincorrersi, per un affare complessivo da quasi 500 milioni di euro.

Altro nodo importante sarà però quello dell’ingaggio. La proposta della Juventus dovrebbe essere quella di un quadriennale da 30 milioni netti a stagione, cifre spropositate per il campionato italiano, che il club torinese sta cercando di racimolare chiedendo aiuto agli sponsor e facendo un’oculata campagna di cessioni.

È però il marketing il vero punto focale del presunto interesse della Juventus per Cristiano Ronaldo. L’arrivo del pallone d’Oro a Torino scatenerebbe i tifosi, già pronti ad acquistare le maglie del nuovo idolo e a pagare cifre esorbitanti per l’abbonamento annuale casalingo. Merchandising, appeal e nuova competitività a livello europeo potrebbero convincere la Juventus a fare uno sforzo importante dal punto di vista economico per arrivare a CR7.

A quanto ammonta l’affare Cristiano Ronaldo-Juventus? Le cifre d...