I consigli per rallentare l’invecchiamento

Vivere a lungo e in salute, dimostrando meno anni dell'età anagrafica è possibile. Ecco come

Foto di Francesca Noto

Francesca Noto

Esperta di lifestyle ed entertainment

Giornalista freelance esperta di lifestyle ed entertainment

Al giorno d’oggi, si può arrivare in salute e sentendosi più giovani anche a un’età molto avanzata (parliamo anche di ottanta o novant’anni), ma tutto dipende unicamente dalle nostre scelte quotidiane e dal nostro stile di vita. Infatti, avere un’età biologica (quella dimostrata dal nostro organismo) migliore e meno avanzata di quella anagrafica (quella, cioè, che abbiamo realmente) si può, ma far rallentare l’invecchiamento inevitabile dell’organismo e arrivare in salute e sani alla terza età è del tutto una nostra scelta. Non esistono, di fatto, scorciatoie miracolose: non sarà una crema antietà, né un particolare integratore, a risolvere il problema, bensì sarà l’attenzione, a trecentosessanta gradi, al nostro stile di vita a fare inevitabilmente la differenza. In particolare, bisogna fare attenzione all’alimentazione e a evitare una vita sedentaria e poco stimolante. Ecco allora qualche consiglio per garantirsi una vita lunga, attiva e sana.

Un’alimentazione antietà. Una dieta sana ed equilibrata, ricca di frutta e verdura, specialmente quella che contiene vitamina C (peperoni, pomodori, broccoli, agrumi, kiwi, frutti rossi, ecc.) è fondamentale per prevenire l’invecchiamento e mantenere sano l’organismo, in quanto gli antiossidanti contenuti in questi alimenti combattono i temuti radicali liberi, molecole che accelerano l’invecchiamento cellulare e indeboliscono il sistema immunitario. Una sana alimentazione antietà dovrebbe ridurre o eliminare inoltre il consumo di carne rossa a favore del pesce, in particolare quello ricco di acidi grassi Omega-3 (pesce azzurro e salmone ne offrono un ottimo apporto), e dei legumi, ottima fonte di proteine vegetali e fibre. Il condimento migliore risulta l’olio extravergine d’oliva a crudo, perché anch’esso ricco di antiossidanti, acidi grassi monoinsaturi e vitamina E, tutti elementi che promuovono la salute dell’organismo e il rallentamento dei processi di invecchiamento, abbassando anche i livelli di colesterolo “cattivo” nel sangue.

Un discorso a parte lo merita l’acqua: la giusta idratazione è fondamentale per mantenere in salute l’organismo, eliminando le tossine dal corpo e aiutando gli organi a funzionare correttamente (anche il cervello: basta una minima disidratazione per metterlo in difficoltà nelle sue funzionalità quotidiane!). Quindi, bere almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno, preferendo quella naturale e oligominerale. Per raggiungere la giusta idratazione se si fa fatica a bere, si possono aggiungere, durante il giorno, anche tisane antiossidanti, depurative, o del buon tè verde (purché siano presi senza zucchero).

Per lo stesso motivo, sono ovviamente da evitare i cibi spazzatura, quelli confezionati e troppo lavorati. Provate a ragionare così: se vostra nonna non lo riconoscerebbe come cibo, non mangiatelo! Anche l’alcol andrebbe consumato con estrema moderazione: potete concedervi un bicchiere di vino rosso al giorno, ma i superalcolici sarebbero da bandire completamente dalle vostre abitudini, come anche, in generale, le bevande zuccherate e gassate. Moderate anche l’uso di caffè.

Le buone abitudini quotidiane. L’alimentazione è senz’altro fondamentale per rallentare l’invecchiamento, ma lo sono anche altre buone abitudini che vi aiuteranno a combattere i radicali liberi e a mantenere sano e giovane il vostro organismo a qualsiasi età. Se siete fumatori, sforzatevi a tutti i costi di smettere: anche farlo a 35 anni può allungarvi di diversi anni la vita! Attenzione anche all’esposizione al sole: la giusta quantità di raggi UV aiuta a mantenere ossa sane grazie alla sintesi della vitamina D, tuttavia un’esposizione eccessiva aumenta la formazione di radicali liberi ed è deleteria per la pelle, favorendo anche la comparsa di tumori; inutile dire che lampade e lettini UV andrebbero evitati del tutto.

Bandite la sedentarietà dalla vostra vita: favorisce il sovrappeso, i rischi per la salute e la depressione. L’attività fisica moderata e costante è un toccasana per il corpo umano: evitate gli sforzi sportivi eccessivi (stressano l’organismo e promuovono la formazione di radicali liberi!), e piuttosto abituatevi a una camminata veloce quotidiana di almeno mezz’ora, o praticate con costanza e moderazione il vostro sport preferito. Sarà di grande aiuto anche per la concentrazione mentale e l’umore. A questo proposito, per rallentare l’invecchiamento, specialmente a livello cerebrale, è fondamentale anche mantenere una vita sociale sempre attiva, capace di offrirvi sempre nuovi stimoli, cancellando lo stress e facendovi sentire bene.