Brexit, quanti milioni perderà la regina Elisabetta

Un'inchiesta del giornalista McClure svela come la sovrana, appena ripudiata dalle Barbados, abbia goduto per anni di milioni di sterline provenienti da fondi europei.

La Brexit avrà delle conseguenze sull’economia del Regno Unito, anche se solo il tempo dirà se saranno positive o negative. Secondo David McClure, autore di un libro-inchiesta sul tema, chi ci rimetterà sicuramente sarà la regina Elisabetta II. Non esistono stime della ricchezza personale della sovrana, ma il giornalista del Guardian l’ha quantificato in circa 400 milioni di sterline.

Una cifra che supera i calcoli fatti sino ad oggi. Il motivo sarebbe da ricercare nella tenuta di Sandringham, attraverso cui la regina avrebbe incassato dei fondi europei (all’agricoltura). Fondi che, esistenti o meno, dal prossimo anno non saranno più corrisposti in virtù dell’uscita del Regno Unito dall’Unione europea.

Brexit, i fondi europei incassati dalla regina: quanto ha guadagnato

Il libro di David McClure si intitola ‘The Queen’s True Worth’: tradotto, ‘Il vero patrimonio della Regina’. Il giornalista è partito dal difficile compito di quantificare il patrimonio di Elisabetta II. Un’impresa, dato che a parte il denaro pubblico offerto dai contribuenti britannici, oltre 40 milioni di sterline all’anno, il resto è segreto e i documenti non possono essere resi pubblici.

La stima di McClure è comunque di 400 milioni di sterline, circa 440 milioni di euro. Riflettori sulla tenuta di Sandringham, il cui valore oscillerebbe tra i 60 e gli 80 milioni, grazie a cui Elisabetta II avrebbe incassato fondi dell’Ue. Niente di illegale: la regina infatti, negli anni Settanta, ha fuso le tante piccole e poco produttive fattorie in 12 più grandi, con la supervisione del marito Filippo.

Nel 1973 il Regno Unito è entrato nella Comunità economica europea e, in quanto una delle più grandi tenute agricole del Norfolk e una delle 40 aziende britanniche produttrici di ribes nero, Sandringham negli ultimi anni ha ricevuto consistenti fondi grazie alla ‘Politica Agricola Comune europea’: 553 mila sterline nel 2015, 524 mila nel 2016, 695 mila nel 2017, 604 mila nel 2018 e nel 2019 addirittura 936 mila sterline. La Brexit, quindi, interromperà questo flusso annuale di denaro.

La regina Elisabetta non sarà più la sovrana delle Barbados

Ma la regina Elisabetta II è finita sui giornali di tutto il mondo anche per la scelta delle Barbados, colonia inglese dal 1966: il governo caraibico ha annunciato che diventerà una Repubblica entro novembre 2021.

Le Barbados fanno parte del Commonwealth, l’insieme delle nazioni che, seppur oggi siano indipendenti, in passato hanno fatto parte dell’Impero britannico e hanno mantenuto legami più o meno formali con la corona inglese. Malgrado non sia coinvolta negli affari quotidiani del governo di Barbados, la sovrana può ancora nominare il governatore generale, ossia la persona incaricata di rappresentare la corona britannica alle Barbados.

Nel Paese, uno dei più prosperi dell’area, vivono 285 mila abitanti. Fino a qualche anno fa la sua economia si sosteneva principalmente sull’esportazione dello zucchero, ma negli ultimi anni le cose sono cambiate grazie al turismo: oggi è il 12° Paese per costo della vita nella classifica di Forbes del 2020.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brexit, quanti milioni perderà la regina Elisabetta