Bretelle sì, bretelle no

Le bretelle più che una tendenza estemporanea sono un accessorio che caratterizza un'eleganza classica ma ricercata. Scopri i diversi tipi e scegli il modello più adatto al tuo stile e alle tue esigenze

Le bretelle sono uno di quegli accessori maschili non soggetti a cambiamenti di tendenza e di mode. Potremmo considerarlo un particolare di stile sempre originale ma classico allo stesso tempo. Non si è mai scontati quando si indossano delle bretelle. Ecco perché la tendenza contemporanea è quella di mostrarle, portarle ben visibili, con o senza giacca. Le bretelle però hanno tante declinazioni e per indossarle al meglio è bene scegliere il giusto modello, quello più adatto alla tua fisicità e al tuo stile.

Partiamo dai dati più tecnici. Le bretelle di solito hanno una larghezza che può variare dagli 1,5 ai 3 cm (ovviamente più sono larghe e più saranno resistenti). La lunghezza è invece variabile, in quanto delle buone bretelle hanno di solito degli appositi regolatori che permettono di adattarle alla lunghezza del busto di chi le indossa e al taglio dei pantaloni (più o meno a vita alta). I materiali in cui si realizzano sono diversi: cuoio, seta, raso, poliestere, ma anche materiali elastici. Se vuoi abbinarle a un outfit più formale scegli un paio di bretelle in cui la parte elasticizzata sia solo sulle spalle, mentre sul davanti scegli di mostrare un materiale più elegante come la seta.

Un altro elemento caratteristico delle bretelle è l’aggancio, vale a dire quella parte in cui la bretella va attaccata al pantalone. Se vi sono delle clip, in plastica o più spesso in metallo, le bretelle saranno facilmente abbinabili a ogni pantalone. Se invece le bretelle hanno degli occhielli in tessuto o in pelle, in quel caso il pantalone dovrà avere degli appositi bottoni (che si possono anche far applicare in sartoria), fuori o anche all’interno, in base al tuo gusto personale. Sotto un completo elegante va in assoluto preferito l’aggancio con bottoni che non rovina il pantalone, mentre in un contesto più informale si possono indossare anche bretelle con clip. Per il jeans, che è un tessuto resistente, ad esempio, saranno perfette queste ultime.

Sul retro le bretelle possono avere due forme: quella a X e quella a Y. Quest’ultimo è il modello originario e più classico, mentre il modello a X è una foggia sicuramente più contemporanea, nato per sottolineare le spalle ed essere mostrato. Sul lavoro o in ambiti eleganti, prediligi, quindi, bretelle che abbiano una forma a Y, mentre se il contesto non prevede la giacca allora puoi sfoggiare le tue belle bretelle a X.

Bretelle sì, bretelle no