Anche Beyonce e Jay-Z pagano un mutuo

Re e regina del rap e soul scendono di un gradino dal loro trono e decidono di chiedere un prestito per la loro casa milionaria

Beyoncé e Jay-Z hanno acceso un mutuo per l’ultima magione americana acquistata. Il Wall Street Journal indaga e spiega perché.

Le tante news circolanti sui vip ci consentono spesso di aprire una finestra sull’universo dei “paperoni”. Cifre esorbitanti investite per case gigantesche, dal numero imprecisato di camere, sono all’ordine del giorno. Il passare degli anni ha però portato ad alzare sempre più l’asticella, con quote d’acquisto fissate a un milione di dollari che oggi appartengono alla classe media, ovvero a quei vip in fase d’ascesa.

Eppure, nel 1986, Manhattan fece registrare un record personale per un appartamento venduto, in cash, ad un milione di dollari. Da allora sono trascorsi appena 32 anni, eppure i tariffari sono ben mutati. Nel 2004 Rupert Murdoch acquistò un appartamento da Laurance Rockefeller, per un totale di 44 milioni di dollari. Anche in questo caso il tutto avvenne in contanti, il che rappresenta un po’ una firma per i paperoni, a rappresentare una superiorità economica evidente.

Partendo da tale assunto, stupisce sapere come due superstar di fama mondiale come Beyoncé e Jay-Z si ritrovino a pagare un mutuo, quasi come gli altri “comuni mortali”. Le cifre sono decisamente più alte, ma ciò non toglie che i due siano dovuti ricorrere a un generoso prestito da parte di Goldman Sachs, finanziando con 52.8 milioni di dollari la spesa necessaria, da 88 milioni, per l’acquisto di una magione gigantesca in California.

Stando alle stime presentate dal Wall Street Journal, i due sarebbero chiamati, secondo i tassi attuali, a un pagamento mensile decisamente ingente, pari a 200mila dollari. Ciò che per molti sarebbe una vincita da sogno al Lotto, per altri diventa una spesa da mettere a bilancio ogni 30 giorni, insieme alle bollette e alla benzina per le auto.

La coppia del rap & soul non è però la sola ad aver acceso un mutuo. Basti pensare al miliardario canadese Daryl Katz, che si ritrova a pagare una quota mensile molto simile, dato il prestito ottenuto da 47.5 milioni di dollari, valido per la casa acquistata a Malibu, in California.

La domanda che tutti si pongono però è perché. Di certo a due come Jay-Z e Beyoncé non manca la liquidità per coprire tali spese, eppure si opta per il mutuo per un semplice motivo. I prezzi delle proprietà negli Stati Uniti sono in costante aumento, mentre i tassi d’interesse sono tremendamente bassi. Detto questo, i “paperoni”americani preferiscono utilizzare i propri soldi cash per investimenti altrove, magari all’estero, con tassi ben più alti, che da soli potrebbero facilmente coprire le spese in patria. L’immagine ne risentirà un po’? Conta poco quando il bilancio continua a sorridere, anno dopo anno.

Anche Beyonce e Jay-Z pagano un mutuo