L’Atalanta non si ferma, nuovi sponsor per la Dea: le cifre

La squadra bergamasca firma un nuovo contratto di sponsorizzazione con Plus500 per consolidare i risultati raggiunti nelle ultime stagioni.

L’Atalanta prosegue con il consolidamento del proprio progetto sportivo portato avanti in questi anni, non solo dal punto di vista tecnico con nuovi innesti di valore in squadra, ma anche sul versante delle scelte finanziarie.

L’Atalanta non si ferma, nuovi sponsor per la Dea: gli accordi

Lo sponsor della Dea per la prossima stagione 20/21 ormai alle porte sarà la piattaforma di trading online Plus500. Non solo, la squadra bergamasca manterrà il contratto con Radici Group, che verrà declinato in altre forme, e a anche stretto un accordo con Intesa Sanpaolo.

Il gruppo bancario sarà main sponsor delle giovanili nerazzurre e battezzerà una delle tribune con il nome di “Rinascimento”, come il programma ideato a sostegno delle piccole imprese e start up di Bergamo per risollevarsi dall’emergenza coronavirus che ha colpito particolarmente il territorio.

Il fulcro dell’accordo prevede un investimento di 40 milioni di Intesa San Paolo a favore del rimodernamento del Gewiss Stadium.

Con questi accordi commerciali l’Atalanta si candida seriamente anche per il prossimo anno alla conquista e al mantenimento degli obiettivi sportivi raggiunti nelle ultime stagioni, che hanno fatto della squadra bergamasca una delle realtà più sorprendenti del panorama del calcio europeo.

L’Atalanta, nuovo sponsor sulla maglia: le cifre

Un’iniezione di nuovi capitali da dedicare all’acquisto di nuovi rinforzi per la squadra di mister Gasperini e confermare i due terzi posti consecutivi, con conseguenti qualificazioni in Champion’s League e magari raggiungere quella semifinale della massima competizione continentale, sfumata all’ultimo contro il Paris Saint Germain.

Le cifre stabilite con Plus500 per lo sponsor sulla maglia non sono state rese note, ma dalle cifre trapelate spese con altre società calcistiche come Atletico Madrid, Legia Varsavia e dello Young Boys di Ginevra, i tifosi atalantini possono sperare in contratto da circa 40 milioni in quattro anni, tanto quanto versato al club spagnolo nella stagione 2017-18.

“È una grande soddisfazione per noi poter collaborare con un brand così prestigioso che senza dubbio contribuirà in modo importante ad un’ulteriore crescita del Club” ha commentato il patron e amministratore delegato Luca Percassi, tra i maggiori protagonisti di questo miracolo sportivo diventato ormai sempre più una realtà.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’Atalanta non si ferma, nuovi sponsor per la Dea: le cifre