Cos’è l’agricoltura biologica e dove viene fatta in Italia

Il crescente interesse nei confronti di una sana alimentazione sta portanto a un boom dell'agricoltura biologica

Sempre più spesso si sente parlare di agricoltura biologica e dell’importanza di consumare alimenti provenienti da coltivazioni sicure, lontane dall’inquinamento della città.

Negli ultimi anni si sta assistendo a un vero e proprio boom dei prodotti che derivano da agricoltura biologica: quasi tutti i supermercati infatti dedicano un piccolo spazio ai cibi bio. Uno dei motivi è la maggiore attenzione che si riserva all’alimentazione e allo stile di vita.

Agricoltura biologica è sinonimo di equilibrio e di rispetto per l’ecosistema, ovvero vengono coltivati prodotti con il minimo impatto dell’uomo e rispettando i cicli di vita naturali.

Tra gli obiettivi della produzione proveniente da agricoltura biologica ci sono l’impiego di energia rinnovabile, il rispetto della condizioni di vita degli animali, il mantenere i cicli biologici naturali della produzione agricola e dell’allevamento, l’evitare l’inquinamento del suolo, dell’acqua e dell’aria.

I prodotti della terra vengono coltivati seguendo la rotazione delle culture e il suolo viene reso fertile rispettando i naturali tempi di riposo. Perché tutto questo avvenga non vengono utilizzate sostanze chimiche come concimi e insetticidi e neppure organismi geneticamente modificati (OGM) o prodotti derivati.

Attualmente la coltivazione da agricoltura biologica nei Paesi dell’Unione Europea segue il Regolamento CEE 2092/91 per quanto concerne le produzioni vegetali e il 1804/99 per quelle animali.

In Europa e in Italia è in aumento la produzione di prodotti da agricoltura biologica: a confermarlo è il recente rapporto del Sistema d’Informazione Nazionale sull’Agricoltura Biologica secondo cui le superfici impiegate per questo tipo di coltivazione ammontano a 1.796.363 ettari, una crescita del 20.4% rispetto al 2016.

Dal punto di vista della distribuzione delle superfici biologiche nelle regioni italiane, la Sicilia ha registrato 363.688 ettari seguita dalla Puglia con 255.853 ettari e la Calabria con 204.527 ettari.

Anche il numero di operatori biologici è in costante aumento e le regioni in cui sono presenti maggiormente sono la Sicilia con 11.451 operatori, la Calabria che ne registra 11.330 e la Puglia con 10.029 operatori.

In generale i dati registrano anno dopo anno un incremento sempre maggiore relativo alla coltivazione di prodotti da agricoltura biologica, un segnale importante del ruolo sempre più determinante che ricopre il cibo portato in tavola.

Cos’è l’agricoltura biologica e dove viene fatta in ...