Welfare aziendale in agricoltura significa sostenibilità. Giansanti: “Focus su ambiente e sociale”

(Teleborsa) – Welfare nell’agricoltura fa coppia con la sostenibilità e quindi significa produrre un cibo bio buono e genuino, C’è quindi una funzione ambientale, poi c’è anche una funzione sociale che si esplica sia nei confronti di chi fruisce dei propri prodotti, sia nei confronti dell’impiego di lavoro in agricolturqa. 

Lo ha detto il Presidente di Confagricoltura, Masismiliano Giansanti, in una intervista rilasciata a Teleborsa in occasione della presentazione del rapporto Welfare Index PMI 2018. 

Cosa significa Welfare aziendale nelle aziende agricole che spesso sono a conduzione familiare o quasi?

“Oggi sempre più il welfare sta diventando un tema importante anche per l’agricoltura”, ha detto Giansanti, spiegando che “anche le aziende stanno crescendo, stanno diventando dimensionalmente più grandi, e in questa richiesta che incrementa, stanno incrementando anche le richieste del mondo dell’impresa

“Un mondo d’impresa che crea cibo per tutti noi, per tutti gli italiani, e in quella creazione di cibo, in quel fare cibo per tutti, abbiamo la necessità, oltre che fare un cibo buono, di fare un cibo sicuro, un cibo che ha dietro di sé delle caratteristiche importanti e che, soprattutto, risponda ad un tema di welfare e quindi di sostenibilità”, ha precisato.  

“Una sostenibilità ambientale, sociale, una sostenibilità anche nelle regole e nel rispetto del lavoro che tutti i giorni assieme a noi aiuta a produrre il cibo per l’Italia”, ha rimarcato Giansanti.

Esempi virtuosi fra società del settore?

“Quest’anno verranno premiate aziende che più di tutte hanno creduto nel tema del welfare, aziende che producono funghi, aziende nell’ambito del vivaismo, aziende nell’ambito della produzione di salumi da allevamenti di cinta nera senese, fatte con regole che rispettano norme durissime in tema di sostenibilità ambientale e sociale”, ha detto il Presidente di Confagricoltura.

“Questi sono soltanto tre dei tanti esempi che possiamo portare avanti, non da ultimo anche la premiazione di una importante azienda biologica della provincia di Ragusa che risponde totalmente a quelli che sono i requisiti previsti”. 

“Ecco questo credo che sia un segnale importante perché sempre più il mondo dell’agricoltura guarda al rispetto delle normative sul welfare”. 

E quali forme sono più popolari fra le aziende del settore?

“Innanzi tutto c’è il tema del welfare sul lavoro: oggi più che mai le aziende vogliono dare evidenza di che cosa c’è dietro la propria produzione, un mondo dell’agricoltura che sempre più guarda ad avere norme certe, chiare, che nulla hanno a che vedere con tutte quelle cose brutte che si vedono talvolta espresse da alcuni canali di informazione intorno al mondo dell’agricoltura”. 

“C’è un mondo dell’agricoltura che non è quello che viene rappresentato, ma c’è un mondo dell’agricoltura che invece vuol parlare bene di agricoltura e soprattutto vuole fare le cose bene e può farle nel rispetto delle regole del lavoro”, ha detto parlando della sostenibilità ambientale, tema molto importante , e “terzo, non ultimo, il tema del sociale: oggi molte aziende sempre più fanno opere di carattere sociale con un’inserimento all’interno dei cicli produttivi di persone che oggi  hanno qualche disagio e che sempre di più tendono a ritrovarsi nell’ambito dell’agricoltura”. 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Welfare aziendale in agricoltura significa sostenibilità. Giansanti: ...