Professioni 2.0, i sette profili più ricercati

Competenze digitali per battere la disoccupazione, ecco le specializzazioni più richieste. Secondo gli esperti, le aziende spesso faticano a trovare personale qualificato

Nella babele delle professioni 2.0 spiccano sette profili che dovrebbero corrispondere alle figure professionali più ricercate dalle aziende che puntano sul web.
In un settore caratterizzato da continui e repentini cambi di riferimenti tecnologici e strutturali, dove si rischia un’eccessiva frammentazione e un’evoluzione vorticosa dei profili legati ai nuovi media, non è facile definire le skills.
Le ultime indicazioni giungono dallo Iab (l’associazione internazionale dedicata allo sviluppo della comunicazione pubblicitaria interattiva), che in un articolo pubblicato su Italia Oggi identifica i sette profili nel mirino degli uffici del personale delle web company.
Secondo il vicepresidente dell’Interactive Advertising Bureau, Marco Caradonna, uno degli ostacoli per lo sviluppo del mercato internet in Italia è dato proprio dalla difficoltà che le aziende riscontrano nel reperire personale specializzato.
Lo sviluppo del mercato digitale per la creazione di posti di lavoro è di primaria importanza: in Italia il web ha creato una media di 1,8 posti di lavoro per ogni posto eliminato e si calcola siano 700.000 i nuovi posti creati da Internet. L’economia digitale italiana ha registrato un impatto positivo diretto sul Pil, pari a quasi il 2% (ancora ben al di sotto di quello di molti altri paesi dell’OCSE) e ha fornito un contributo importante alla crescita economica. Numerosi studi (tra questi il recentissimo il rapporto Crescita digitale.Come internet crea lavoro, come potrebbe crearne di più) documentano che la diffusione di Internet e l’occupazione sono direttamente correlate. In particolare, il rapporto tra tasso di occupazione giovanile e diffusione di Internet mostra come i paesi con una minore presenza di Internet sono anche quelli con un basso o bassissimo tasso di occupazione giovanile. E l’Italia appartiene a questo gruppo.

I 7 MESTIERI 2.0 PIU’ RICHIESTI
Web marketing manager Si occupa della definizione, applicazione e verifica delle strategie di business e comunicazione nell’interazione online tra gli utenti del world wide web e l’impresa.
Search engine marketing specialist (Sem) Sviluppa e implementa campagne e attività di marketing sui motori di ricerca.
Search engine optimisation specialist (Seo) Cura l’ottimizzazione e il posizionamento nei motori di ricerca dei siti. Studia gli algoritmi di incizzazione di Google e interviene nell’ottimizzazione del codice e dei contenuti del sito web.
Social media manager Definisce, pianifica e sviluppa le strategia di comunicazione dell’azienda sui social network. Attiva campagne di buzz marketing per aumentare la popolarità e la reputazione di un brand sui social media.
Online advertising trafficker Gestisce ed eroga le campagne pubblicitarie digitali. Si occupa della reportistica e del monitoraggio delle performance della campagna in termini di revenue generate. Provvede all’ottimizzazione e all’analisi del bacino di contatti disponibili.
Online advertising sales account E’ responsabile della vendita, della gestione del cliente, della valorizzazione delle opportunità di business attraverso la promozione e di specifici servizi online. E’ un ‘commerciale’ dotato di competenze strategiche e tecniche specifiche per il settore digitale, al fine di ideare, sviluppare e vendere progetti per le aziende studiati ad hoc.
Mobile marketing manager Si occupa della pianificazione delle campagne di comunicazione, con l’obiettivo di individuare e raggiungere il target d’interesse attraverso format e messaggi destinati a essere veicolati attraverso dispositivi tablet e smartphone.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Professioni 2.0, i sette profili più ricercati