Voucher ai cassa integrati se disponibili al lavoro

Per il 2010 i buoni potranno aggiungersi all’indennità erogata dall’Inps

I cassa integrati possono prestare lavoro occasionale accessorio anche per il 2010, a condizione che dichiarano l’immediata disponibilità al lavoro o a un percorso di riqualificazione. La precisazione arriva dall’Inps, con la circolare n.17/2010, attraverso la quale esamina le modifiche apportate in materia di lavoro accessorio dalla finanziaria 2010 soffermandosi, in particolare, sui requisiti per le imprese familiari e chiarendo passaggi e definizione per gli enti locali.
Va precisato, comunque, che il ricorso ai buoni è limitato al rapporto tra prestatore e utilizzatore finale. Dunque è da escludere che un’impresa – cooperative o agenzie del lavoro – possa assumere e retribuire lavoratori per lo svolgimenti di prestazioni a favore di terzi.

Riepilogando: anche per il 2010 chi usufruisce di cassa integrazione e o altri aiuti pubblici (disoccupazione ordinaria, mobilità, trattamenti speciali di disoccupazione edili), sempre nel rispetto del limite di 3.000 euro netti potrà lavorare in qualsiasi settore di attività, compresi gli enti locali, nuovi fruitori di questa forma semplificata di prestazione.

Tutto ciò, a condizione che vengano osservate le regole della legge n. 2/2009, che subordina il diritto a percepire qualsiasi trattamento di sostegno al reddito, previsto in materia di ammortizzatori sociali, alla dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro o, a seconda della specifica tipologia di sussidio, a un percorso di riqualificazione professionale.

Voucher ai cassa integrati se disponibili al lavoro