Volkswagen annuncia 9.500 licenziamenti a causa del Covid

La crisi scatenata dal Coronavirus mette in ginocchio un altro grande colosso

Sono 9.500 i lavoratori di Volkswagen che presto perderanno il lavoro: ad annunciarlo è stata l’azienda stessa nelle ultime ore, dichiarando di avere intenzione di procedere con una ristrutturazione del reparto specializzato nella produzione di autocarri e autobus MAN Truck & Bus che, stando a quando spiegato, comporterà un taglio della forza lavoro.

Volkswagen annuncia 9.500 licenziamenti, il Coronavirus mette in ginocchio un altro colosso

La decisione di Volkswagen arriva in un momento davvero critico per i lavoratori di tutto il mondo. La crisi scatenata dal Coronavirus e le restrizioni conseguenti alla pandemia hanno messo in ginocchio interi settori, compreso quello automobilistico. L’annuncio di nuovi licenziamenti, specie da parte di colossi che hanno sempre primeggiato, getta nello sconforto molti.

Volkswagen ha reso note le proprie intenzioni venerdì 11 settembre 2020, spiegando che l’obiettivo di questa mossa è quello di risparmiare 2,1 miliardi di dollari (pari a circa 1,8 miliardi di euro) entro il 2023 attraverso la chiusura della filiale specializzata in autocarri e autobus, che da tempo subisce pesanti perdite.. Una mossa questa che, ovviamente, avrà delle conseguenze che – di fatto – si tradurranno nel taglio di un quarto di tutti i posti di lavoro della MAN Truck & Bus , che fa parte della divisione veicoli commerciali di Traton di Volkswagen.

Gli stabilimenti che verranno chiusi sono quelli che si trovano nella regione austriaca della Stiria e quelli tedeschi di Plauen (Sassonia) e Wittlich (Renania-Palatinato). La produzione di questi comparti, come annunciato, verrà spostata e assorbita da altre divisioni facenti sempre capo al gruppo automobilistico.

La dura reazione dei sindacati

Immediata è stata la risposta dei sindacati a Volkswagen. Quando la società tedesca ha annunciato il taglio di ben 9.500 posti lavoro i rappresentanti dei lavoratori hanno accusato i funzionari di star facendo pagare ai dipendenti lo scotto di anni di cattiva gestione aziendale e i danni subiti a causa della pandemia.

Jürgen Kerner, capo del dipartimento di tesoreria del sindacato IG Metall e vicepresidente del consiglio di vigilanza di MAN Truck & Bus, ha affermato che non è accettabile che i lavoratori siano “puniti a causa della crisi causata dal Coronavirus e della gestione inefficiente che il consiglio di amministrazione ha attuato per anni”.

Volkswagen però, dopo aver annunciato la ristrutturazione aziendale e la chiusura degli stabilimenti interessati, pare intenzionata a portare a termine i piani relativi al consistente taglio del personale.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Volkswagen annuncia 9.500 licenziamenti a causa del Covid