Una virgola può costare 5 milioni di dollari: il caso della Oxford Comma

Negli Stati Uniti la Oxford Comma è diventata un caso, tanto da costringere un'azienda a versare ai suoi dipendenti 5 milioni di dollari

Una virgola di troppo, una causa legale e l’obbligo di versare 5 milioni di dollari. Si è concluso in questi giorni il caso della Oxford Comma, che ha dato vita ad una battaglia i tribunale durate ben quattro anni. La questione, che riguarda per lo più questioni sindacali nello Stato del Maine, negli Stati Uniti, ha avuto una risonanza mondiale per via di un dettaglio piuttosto curioso.

Al centro della diatriba in tribunale è finita proprio la Oxford comma, ossia virgola seriale. Si tratta della virgola che precede la congiunzione “e” posta alla fine di una lista. Si tratta di un tema che divide: molti la mettono sempre, altri la evitano. Quasi quattro anni fa però questo piccolo dettaglio ha dato via ad una causa sindacale da 5 milioni di dollari. Come racconta il “New York Times” la legge del Maine obbliga tutti i datori di lavoro a pagare le ore di straordinari solamente una volta e mezzo in più rispetto all’orario lavorativo normale. Esistono però alcune eccezioni, che sono state elencate all’interno del testo della legge in questo modo:

L’inscatolamento, lavorazione, conservazione, surgelamento, immagazzinamento, confezionamento ai fini di spedizione o distribuzione di:
1) Prodotti agricoli;
2) Derivati di carne e pesce; e
3) Prodotti deperibili.

Tutto è iniziato quando la Oakhurst Dairy, un’azienda casearia, si era rifiutata di pagare gli straordinari ai camionisti affermando che quel tipo di lavoro rientrava nelle eccezioni previste dalla legge del Maine. La decisione della società aveva incontrato l’opposizione dei camionisti. Secondo i lavoratori infatti la frase “confezionamento ai fini di spedizione o distribuzione” significava che l’eccezione riguardava solamente chi confeziona i beni che venivano distribuiti e non chi li confeziona e li distribuisce.

Nel 2014 il sindacato aveva provato a fare causa alla società, ma la richiesta era stata respinta. Quando la questione è finita in appello però i camionisti hanno vinto. La corte ha dato ragione ai lavoratori e ora la Oakhurst Dairy dovrà versare ai dipendenti la bellezza di 5 milioni di dollari.

Secondo la corte la sentenza sarebbe arrivata proprio a causa della virgola mancante. Se dopo la parola “spedizione” ci fosse stata una virgola, la Oakhurst Dairy avrebbe avuto ragione, in questo modo invece la normativa non è affatto chiara.

Una virgola può costare 5 milioni di dollari: il caso della Oxford&nb...