Smart working, Unicredit prima banca: come funzionerà il lavoro a distanza

Unicredit sarà la prima banca a permettere ai propri dipendenti di lavorare due giorni a settimana in smart working: il progetto

Smart working anche in banca. Con l’aumento del pagamento con carta, o con app come Satispay, l’afflusso dei clienti in filiale è calato notevolmente. Anche per questo alcuni istituti di credito stanno iniziando ad avviare politiche aziendali che prevedono delle giornate in smart working durante la settimana. La prima banca, pronta al grande passo, è Unicredit: come funzionerà il lavoro a distanza.

Smart working, Unicredit prima banca: come funzionerà il lavoro a distanza

L’obiettivo di Unicredit è permettere ai propri dipendenti di lavorare da casa il 40% della settimana. Un processo graduale, visto che dopo la pandemia è previsto il ritorno in ufficio, da settembre, per poi partire con il progetto pilota da ottobre: 2 giorni a settimana su base volontaria per il personale amministrativo e di sede, mentre i dipendenti delle filiali potranno optare per 1 giorno a settimana in smart working.

Nessun obbligo, come previsto dal contratto collettivo nazionale rinnovato nel dicembre 2019 e che prevede massimo 10 giorni di smart working a settimana sulla base della volontarietà. Uno degli obiettivi è quello di ripensare agli spazi lavorativi, con meno scrivanie e più aree comuni.

Si tratta di un piano di razionalizzazione, quello di Unicredit, che prevede la chiusura di 450 filiali e massicci investimenti sul digitale. I correntisti si sono anche lamentati per il rialzo dei costi (qui le banche che li stanno aumentando di più) sui conti correnti. In cambio, la banca ha deciso di modificare le condizioni del tasso debitore degli affidamenti in essere o del tasso di sconfinamento sul conto corrente. Ecco come sono cambiati i costi mensili dei conti correnti lo scorso aprile 2021:

  • My Genius: da 1,78 a 3,03 euro (+70%)
  • Transazionale Silver: da 7,72 a 10,05 euro
  • Gold: da 10,83 a 14,42 euro
  • Platinum: da 19,97 a 23,56 euro
  • Investimento Platinum e Investimento Gold: nessun aumento, restano a 6,22 e 4,14 euro.

Smart working, non solo Unicredit: le altre banche che ci stanno pensando

Unicredit è la capofila, ma non l’unica banca che sta pensando allo smart working. Ubs, per esempio, ha come obiettivo una proposta ibrida ufficio-smart working per due terzi dei dipendenti. Deutsche Bank invece vorrebbe garantire al personale di poter lavorare da casa fino a tre giorni a settimana. Pure Bnp Paribas punta su una maggiore flessibilità del lavoro e ha in programma per i dipendenti smart working al 50% del tempo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Smart working, Unicredit prima banca: come funzionerà il lavoro a dis...