Qual è la situazione lavorativa degli stranieri in Italia?

Italia, terra di migranti e oggetto di migrazioni: ecco qual è la situazione attuale del nostro paese

Il fenomeno delle migrazioni è antico come il mondo. Da sempre, l’uomo si è spostato da un luogo all’altro per cercare posti migliori in cui vivere e trascorrere la propria esistenza. E anche oggi la situazione non è diversa da quella dell’antichità.

In un periodo storico attraversato da guerre e crisi economiche poi, le migrazioni sono ancora più consistenti. Uno dei paesi prediletti dagli stranieri è proprio l’Italia: con il suo clima mite, i suoi paesaggi naturali e la sua storia, è un luogo confortevole non solo per trascorrere le vacanze, ma anche per vivere il resto dell’anno. Così, sempre più stranieri decidono di trasferirsi e di cercare lavoro nel Bel Paese.

Da quali posti provengono queste persone? Secondo un’analisi fornita da Jooble, la maggior parte arriva da Stati con un’economia poco sviluppata come la Romania, l’Ucraina, la Moldavia, il Brasile e la Polonia. Ma l’Italia è desiderata anche dalle persone che vivono nel Regno Unito (10%), in Germania (9,5%), Svizzera (9%), Francia (4%), Spagna (3,5%).

È chiaro che la maggior parte delle persone che vuole venire a vivere in Italia cerca di trasferirsi nelle città con il tasso più alto d’occupazione. Il 44% del campione analizzato da Jooble non ha preferenze riguardo al posto dove trasferirsi. Roma è stata scelta dal 4% dei migranti, Milano dal 3%, Torino dal 2% e Napoli dall’1%.

Quali sono i settori dove gli stranieri cercano lavoro? In genere sono quelli dove non è richiesta una competenza professionale elevata o la laurea. Insomma, i migranti che arrivano in Italia svolgono – per la maggior parte – lavori umili che richiedono fatica e sforzo fisico. Addetti alle pulizie, badanti e babysitter sono le posizioni più gettonate.  All’ambito assistenzialistico, segue quello della ristorazione: camerieri, pizzaioli, lavapiatti, barista e receptionist. Per poter lavorare nel Bel Paese è comunque richiesta la conoscenza della lingua italiana, necessaria per potersi muovere e farsi capire in autonomia.

Se da un lato il nostro paese è meta di una forte migrazione, dall’altro anche gli italiani si spostano verso altre nazioni per cercare nuove – e migliori – condizioni di vita. Le mete preferite sono la Svizzera, la Germania, la Francia, il Regno Unito e la Russia. Quest’ultima, in particolare, sta venendo molto rivalutata per il fatto di ospitare i Mondiali 2018: sono molte le persone, quindi, che cercano un lavoro stagionale solo per quel periodo.

Qual è la situazione lavorativa degli stranieri in Italia?