Regole per il lavoro in azienda: pulizia, sanificazione, misure igieniche, mascherine e gel

Cosa sono tenute a fare le aziende per assicurare il contenimento del contagio del Coronavirus tra i proprio dipendenti. E cosa devono fare i lavoratori

Nell’ambito del Protocollo di sicurezza anti-Covid redatto da Governo e parti sociali emergono le regole che le aziende sono tenute a rispettare per garantire la salute dei dipendenti e evitare il contagio del virus. Ecco le regole.

Pulizia e sanificazione

  • l’azienda assicura la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni e di svago
  • nel caso di presenza di una persona con COVID-19 all’interno dei locali aziendali, si procede alla pulizia e sanificazione e alla loro ventilazione
  • occorre garantire la pulizia a fine turno e la sanificazione periodica di tastiere, schermi touch, mouse con adeguati detergenti, sia negli uffici, sia nei reparti produttivi
  • l’azienda può organizzare interventi particolari o periodici di pulizia ricorrendo agli ammortizzatori sociali, anche in deroga
  • nelle aree geografiche a maggiore endemia o nelle aziende in cui si sono registrati casi sospetti di COVID-19, in aggiunta alle normali attività di pulizia, è necessario prevedere, alla riapertura, una sanificazione straordinaria degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni.

Misure igieniche personali

  • è obbligatorio che le persone presenti in azienda adottino tutte le precauzioni igieniche, in particolare per le mani
  • l’azienda mette a disposizione idonei mezzi detergenti per le mani. Devono essere accessibili a tutti i lavoratori anche grazie a specifici dispenser collocati in punti facilmente individuabili
  • è raccomandata la frequente pulizia delle mani con acqua e sapone.

Dispositivi di protezione individuale

  • l’adozione delle misure di igiene e dei dispositivi di protezione individuale è evidentemente legata alla disponibilità in commercio. Per questi motivi:
    . le mascherine dovranno essere utilizzate in conformità a quanto previsto dalle indicazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità.
    . data la situazione di emergenza, in caso di difficoltà di approvvigionamento e alla sola finalità di evitare la diffusione del virus, potranno essere utilizzate mascherine la cui tipologia corrisponda alle indicazioni dall’autorità sanitaria
    . è favorita la preparazione da parte dell’azienda del liquido detergente secondo le indicazioni dell’OMS
  • qualora il lavoro imponga di lavorare a distanza interpersonale minore di un metro e non siano possibili altre soluzioni organizzative, è comunque necessario l’uso delle mascherine, e altri dispositivi di protezione (guanti, occhiali, tute, cuffie, camici, ecc…) conformi alle disposizioni delle autorità scientifiche e sanitarie.
  • nella declinazione delle misure del Protocollo all’interno dei luoghi di lavoro sulla base del complesso dei rischi valutati e, a partire dalla mappatura delle diverse attività dell’azienda, si adotteranno i DPI idonei. E’ previsto, per tutti i lavoratori che condividono spazi comuni, l’utilizzo di una mascherina chirurgica.

Qui potete scaricare il Dpcm in pdf in versione integrale.

LO SPECIALE QUIFINANZA SULLA FASE 2

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Regole per il lavoro in azienda: pulizia, sanificazione, misure igieni...