Reddito di cittadinanza, tutte le novità sul pagamento di maggio e giugno

Come sempre, il pagamento dell'Rdc prevede una doppia data per i suoi beneficiari in base a quando il beneficiario ha inoltrato la domanda

Sono tantissimi gli italiani che attendono il Reddito di cittadinanza anche per il mese di maggio e giugno. Come sappiamo, il Reddito di cittadinanza, in vigore da marzo 2019, è un sostegno economico ad integrazione dei redditi familiari che viene offerto a chi si trovi in momentanea difficoltà economica.

È associato ad un percorso di reinserimento lavorativo e sociale, che i beneficiari ufficializzano sottoscrivendo il cosiddetto Patto per il lavoro o un Patto per l’inclusione sociale.

Reddito di cittadinanza, pagamento di maggio e giugno

Come sempre, il pagamento dell’Rdc prevede una doppia data per i suoi beneficiari in base a quando il beneficiario ha inoltrato la domanda.

Per il mese di maggio la ricarica è avvenuta:

  • dal 15 maggio per coloro che hanno fatto domanda ad aprile e coloro cui le prime 18 mensilità del sussidio sono scadute a marzo 2021 e ad aprile, mese di sospensione, hanno fatto richiesta di rinnovo
  • dal 27 maggio per tutti i beneficiari da più di due mesi e coloro che hanno fatto domanda di rinnovo o nuova richiesta a marzo 2021 e ad aprile ha ricevuto la prima ricarica entro il 15.

Per quanto riguarda la mensilità di giugno, per tutti coloro che entro il 31 maggio 2021 presenteranno la domanda di Reddito di cittadinanza, il pagamento verrà effettuato dall’Inps a partire dal 15 giugno 2021.

Come verificare il saldo della carta del Reddito di cittadinanza

Il sussidio viene erogato dall’Inps attraverso una carta prepagata di Poste Italiane, dove i cittadini potranno verificare il proprio saldo e utilizzare i fondi stanziati.

Per verificare il saldo della carta dell’Rdc vi rimandiamo qui. Per gli arretrati invece trovate tutte le info utili qui.

Reddito di cittadinanza e bonus Covid cumulabili

Da sottolineare che il decreto Rilancio del 19 maggio 2020 emanato dal governo come misura anti-Covid prevede che i lavoratori con i requisiti per beneficiare delle indennità Covid appartenenti a nuclei familiari che già percepiscono il Reddito di cittadinanza possono comunque presentare domanda per accedere ai bonus Covid.

La domanda può essere presentata se l’importo del Reddito di cittadinanza è inferiore a quello dell’indennità Covid. Se la domanda viene accolta, il beneficio del Reddito di cittadinanza viene integrato fino all’ammontare dell’indennità Covid dovuto per ciascuna mensilità.

Reddito di cittadinanza anche ai lavoratori autonomi: ecco quando

Ricordiamo anche che il governo, proprio per sostenere la ricerca attiva di lavoro soprattutto in questa delicatissima fase emergenziale, ha stabilito anche il Reddito di cittadinanza per chi si mette in proprio: a coloro che avviino un attività di lavoro autonomo, d’impresa o una società cooperativa viene riconosciuta la possibilità di beneficiare di 6 mensilità di sussidio, in un’unica soluzione.

Il bonus reddito di cittadinanza, o beneficio addizionale, può avere un valore massimo pari a 4.680 euro, considerando che il beneficio è fruibile nel limite di 780 euro mensili.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Reddito di cittadinanza, tutte le novità sul pagamento di maggio e gi...