Reddito di cittadinanza, le date del pagamento di aprile

Questo mese, anche a causa della Festa della Liberazione, potrebbero slittare di qualche giorno i pagamenti del Reddito di cittadinanza

Sono due le date da ricordare per i pagamenti che riguardano il Reddito di cittadinanza. Il giorno in cui viene accreditato dipende infatti dalla data di presentazione della domanda. In ogni momento i beneficiari possono controllare il saldo e i movimenti della carta attraverso diversi canali, ma è bene verificare sempre di essere in possesso dei requisiti davanti a situazioni di grave ritardo.

Quali sono i requisiti del Reddito di cittadinanza

Per essere beneficiario del Reddito di cittadinanza, o della Pensione di cittadinanza in caso di età uguale o superiore ai 67 anni, bisogna rispettare i seguenti requisiti.

  • Essere cittadino italiano o europeo, o residente in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 in via continuativa.
  • Avere un Isee aggiornato inferiore ai 9.360 euro annui.
  • Non possedere un patrimonio immobiliare, diverso dalla prima casa, superiore ai 30 mila euro.
  • Non possedere un patrimonio finanziario superiore ai 6 mila euro all’anno. La soglia aumenta in funzione del numero dei membri del nucleo familiare e di presenza di persone con disabilità al suo interno.
  • Avere un reddito familiare inferiore a 6 mila euro annui moltiplicato per la scala di equivalenza. La soglia aumenta a 9.360 euro in caso di residenza in una abitazione in affitto.

Come si richiede il Reddito di cittadinanza

Per chiedere il Reddito di cittadinanza di aprile c’era tempo dal 6 marzo al 31 marzo. Lo stesso avverrà per quello di maggio. È possibile presentare la domanda in diverse modalità.

  • Online sul sito ufficiale.
  • Negli uffici postali.
  • Presso i Caf.

Dopo la presentazione della domanda, l’Inps verifica il possesso dei requisiti. In seguito viene comunicato al beneficiario quando e in quale ufficio postale ritirare la carta del Reddito di cittadinanza.

In base alle caratteristiche dell’utente, avviene poi la convocazione in un centro per l’impiego per sottoscrivere un Patto per il lavoro oppure dal Comune per sottoscrivere il Patto di inclusione sociale.

Come vedere il saldo del Reddito di cittadinanza

È possibile consultare il saldo e i movimenti della carta nei seguenti modi.

Per non perderti le ultime notizie e ricevere i nostri migliori contenuti, iscriviti gratuitamente al canale Telegram di QuiFinanza: basta cliccare qui.

 

I pagamenti di aprile del Reddito di cittadinanza

Come già detto, anche ad aprile sono due le date in cui sarà accreditato il Reddito di cittadinanza agli aventi diritto.

  • Dal 15 aprile riceverà il pagamento chi ha presentato una nuova richiesta o ha rinnovato la precedente nel mese di febbraio alla scadenza delle prime 18 mensilità.
  • Dopo il 25 aprile riceverà il pagamento chi ha già percepito l’assegno almeno una volta, a patto che non siano già intercorsi 18 mesi dal primo assegno e a condizione di aver aggiornato e presentato il modello Isee del 2022.

Attenzione. Il 15 aprile cade di venerdì, ed è possibile che i soldi arrivino il lunedì successivo. Il 25 aprile è invece un festivo, è la Festa della Liberazione, e per questo gli accrediti potrebbero essere effettuati con largo anticipo, considerando il week-end lungo, o con alcuni giorni di ritardo.

Potete trovare qua tutte le informazioni sul Reddito di cittadinanza. A partire da marzo 2022 il Reddito di cittadinanza è più ricco: ecco è cambiato.