Reddito di cittadinanza, ecco come agivano i nuovi “furbetti”

Da Palermo a Trento, più di 80 persone denunciate per un danno allo Stato complessivo di oltre 400 mila euro

I carabinieri della Compagnia di Misilmeri e del Gruppo Carabinieri Tutela Lavoro di Palermo hanno denunciato 39furbetti‘ del Reddito di cittadinanza alla procura di Termini Imerese: si tratta di 25 donne e 14 uomini residenti in vari comuni. Secondo le indagini avrebbero eluso i controlli dell’Inps dichiarando il falso al momento della presentazione della domanda o, percepito il reddito, omettendo informazioni che avrebbero ridotto l’importo.

Reddito di cittadinanza, danno allo Stato per oltre 400 mila euro

Il danno complessivo allo Stato è stato stimato in oltre 300 mila euro. Tra i 39 indagati, alcuni non avrebbero comunicato il loro stato di detenzione o quello di un componente della famiglia: uno di loro è stato addirittura condannato per associazione mafiosa.

A Trento, invece, la Guardia di Finanza ha scoperto e segnalato all’autorità giudiziaria 45 persone accusate di aver percepito illegittimamente il reddito, per una somma complessiva pari a 112 mila euro: tra i denunciati, in 6 avevano omesso di dichiarare vincite significative ai giochi online (per un totale di 350 mila euro), in 5 invece non avevano maturato il requisito di residenza. E ancora, in 3 avevano omesso di comunicare la presenza di detenuti all’interno del proprio nucleo famigliare e in 2 che stavano scontando una condanna in carcere.

Salvini contro il Reddito: “Aboliamolo e copriamo in rincari delle bollette”

Tra i principali contestatori del Reddito di cittadinanza c’è il leader della Lega, Matteo Salvini. Ai microfoni di ‘Controcorrente’, trasmissione in onda su Rete 4, alcuni giorni fa si era soffermato sui rincari delle bollette, sottolineando come si sia “arrivati a 4 miliardi di euro“, e aggiungendo che “ci sono 9 miliardi nel Reddito di cittadinanza e c’è gente con il Porsche, che va a sciare, che ha tre ville, va in vacanza o gli stranieri che vengono solo per incassarlo. Chi è disabile o non può lavorare va aiutato, ma ci sono centinaia di migliaia di persone, molti stranieri, che incassano e se ne vanno” (quando va rinnovato l’Isee e cosa rischia chi non lo fa).

I numeri del Reddito di cittadinanza

A percepire il Reddito di cittadinanza (ecco le date dei pagamenti di dicembre), però, non ci sono solamente i ‘furbetti’. I beneficiari della misura, da marzo 2019 al 30 settembre 2021, sono stati 1.808.278: di questi, 546.598 hanno avuto almeno un nuovo contratto di lavoro in questo periodo (il 30,2% del totale). Il dato è stato comunicato dall’Anpal (Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro), che ha sottolineato come il 48,5% della platea degli occupabili sia più vicino al mercato del lavoro, mentre il 51,5% sia difficilmente occupabile perché non ha avuto un rapporto di lavoro cessato nei tre anni precedenti l’accesso alla misura.

Per i 546.598 beneficiari del Rdc che hanno avuto almeno un contratto si registrano 1,214 milioni di nuovi rapporti di lavoro attivati, il 63% dei quali a termine.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Reddito di cittadinanza, ecco come agivano i nuovi “furbetti&#82...