Perché Netflix ha perso abbonati (c’entra la guerra)

: Nel primo trimestre del 2022, per la prima volta è diminuito il numero di utenti a livello globale. In Italia sono 4 milioni gli abbonati alla piattaforma

Netflix, Spotify, Facebook. Sono solo alcune delle piattaforme che hanno cambiato il nuovo millennio portando innovazioni nei diversi settori di appartenenza. Mentre Elon Musk ha deciso di acquistare Twitter a un prezzo di 44 miliardi di dollari, a fare notizia nei giorni scorsi sono stati anche i dati relativi agli abbonati di Netflix. Dopo molto tempo, la società americana di produzione di contenuti in streaming fondata 24 anni fa, ha infatti perso abbonati. Tra le motivazioni anche la decisione di sospendere il servizio in Russia, dopo l’invasione dell’Ucraina: una scelta che ha comportato la perdita di circa 700 mila abbonati.

Netflix perde abbonati ed è la prima volta

Ma quanti sono ad oggi gli iscritti a Netflix in tutto il mondo? Secondo i dati pubblicati a livello trimestrale, gli iscritti nel primo trimestre del 2022 a Netflix (escluse le persone che hanno un abbonamento in prova gratuita) sono 221 milioni e 640 mila. Un dato sicuramente significativo, ma che in realtà segna per la prima volta un calo per la piattaforma. Dal quarto trimestre del 2021 al primo trimestre del 2022, Netflix ha infatti perso 200mila utenti. Per la prima volta quindi, la variazione da un trimestre all’altro degli abbonati è stata negativa. Una tendenza negativa che non si era mai registrata. Ma a cosa è dovuto questo calo?

Una prima forte motivazione è data dalla volontà della piattaforma di sospendere il servizio in Russia dopo l’invasione di quest’ultimo Paese nei confronti dell’Ucraina. Questa scelta – che segue in realtà quella di moltissime aziende di lasciare la Russia – ha provocato una diminuzione di 700 mila abbonati. Questo calo si somma poi a piccole perdite di utenti subite da Netflix in buona parte dei Paesi dell’America Latina. A compensare queste ultime è però intervenuta una crescita in Giappone, Taiwan, Filippine, India e Thailandia.

Gli abbonati di Netflix nel mondo e in Italia

Secondo i dati pubblicati nel settembre del 2021 gli Stati Uniti sono il mercato principale per Netflix, con oltre 67 milioni di iscritti alla piattaforma. In seconda posizione troviamo il Brasile con oltre 18 milioni di utenti che pagano un abbonamento e al terzo posto il Regno Unito con 13 milioni. E in Italia quanti sono gli abbonati a Netflix? Nel nostro Paese gli utenti della piattaforma sono circa 4 milioni. Un dato che pone l’Italia in 14esima posizione dietro – tra le altre – a Spagna e India (entrambe con oltre 5 milioni di abbonati) e Sud Corea (oltre 4 milioni).

Il fatturato di Netflix è in continua crescita

Nonostante il calo di abbonati – che rischia di proseguire con il protrarsi della guerra tra Russia e Ucraina – le entrate generate da Netflix sono decisamente cospicue. In totale, nel primo trimestre del 2022 Netflix ha generato un fatturato di quasi 8 miliardi di dollari americani, fermandosi a 7,87, in crescita rispetto ai 7,16 miliardi del primo trimestre del 2021. In totale, il fatturato totale di Netflix nel 2021 è stato di quasi 30 miliardi di dollari.