Pensioni più costose per gli autonomi dal 2016

In aumento l'aliquota contributiva per la pensione dei lavoratori autonomi

Aliquota congelata per tutto il 2016 dalla legge di Stabilità per le Partite Iva, mentre i lavoratori Autonomi sono chiamati a pagare sempre più cara la propria pensione. Questo il senso delle ultime novità pensionistiche al di fuori del lavoro dipendente. Le aliquote contributive della Gestione Separata INPS salgono al 31,7%, proseguendo il rialzo progressivo che le porterà al 33% nel 2018, stesso livello contributivo dei dipendenti. L’obiettivo del Legislatore, con la Riforma del Lavoro Fornero-Monti (n. 92/2012) è quello di disincentivare il lavoro precario in favore di quello stabile. Ma vediamo nel dettaglio come cambiano le aliquote per la pensione di questa tipologia di lavoratori.

PARTITE IVA – I collaboratori a partite IVA versano nel 2016 contributi ai fini pensionistici con aliquota del 27,72%, beneficiando del blocco concesso dalla nuova manovra finanziaria.
Tali lavoratori, dunque, per il secondo anno consecutivo godono di una tregua all’aumento del tasso: già il Milleproroghe 2015 aveva rimandato l’incremento dell’aliquota previsto dalla Legge di Stabilità per tutti gli Autonomi.

AUTONOMI – Se è vero che l’obiettivo della Riforma Fornero è di uniformare nel 2018 l’aliquota per la Gestione Separata INPS al 33%, in realtà, il contributo sarà del 33,75%, perché bisogna aggiungervi lo 0,72% per il fondo maternità e assegni familiari. L’aliquota è progressivamente passata dal 27,72% al 28,72% nel 2014 e al 30,7% nel 2015.
In base a quanto previsto dalla Legge di Stabilità 2016, l’aliquota contributiva dei lavoratori autonomi non titolari di partita IVA sale al 31,72%, di cui il 10,57% a suo carico e il 21,15% a carico del committente, entro il massimale di 100.525 euro. Se il professionista è già scritto a un altro fondo previdenziale obbligatorio, paga il 24%, di cui l’8% a suo carico e il 18% a carico del committente, sempre entro il massimale di 100.525 euro. Il titoalre di partita IVA come detto, continuerà a pagare il 27,72%, con la possibilità di addebitare al committente il 4%.

Leggi anche:
Pensione anticipata con il prestito aziendale
Pensione anticipata: come ottenerla riunificando i contributi
In pensione anticipata con taglio del 3% annuo. Il piano del governo
Così il sistema pensionistico italiano genera disoccupazione
INPS: ecco il simulatore per il calcolo della pensione
Inps, come richiedere il Pin per accedere ai servizi del welfare
La busta arancione, il sistema pensionistico e il mancato sviluppo dei fondi pensione

Pensioni più costose per gli autonomi dal 2016
Pensioni più costose per gli autonomi dal 2016