Parità salariale ed equo compenso per donne e giovani: la proposta del Pd

Alla tre giorni bolognese Zingaretti annuncia le prossime mosse del Partito Democratico

Da quando il nuovo Governo ha preso forma, dopo la crisi di agosto e il distacco di Salvini dalla maggioranza, Pd e M5s non si sono sempre trovati d’accordo su tutto. Con l’obiettivo di definire la prossima Manovra Finanziaria, i due partiti hanno puntato su obiettivi comuni e condivisi ma, stando alle ultime dichiarazioni di Zingaretti, le cose potrebbero cambiare di nuovo.

I più critici hanno spesso accusato il Partito Democratico di star seguendo quasi ciecamente una strada già tracciata dal Movimento 5 Stelle, a volte anche approvando misure (o non opponendosi a provvedimenti) molto lontani da quelli che sono i principi della sinistra. Il Pd, ovviamente, ha sempre ribadito il contrario, e forse anche per questo motivo, alla tre giorni bolognese, Zingaretti ha voluto mettere le cose in chiaro a tal proposito, annunciando ai presenti all’evento le prossime mosse del partito.

Il leader del Partito Democratico, dopo aver parlato di ius soli e abolizione del Decreto Sicurezza di Salvini, ha parlato anche di lavoro ed economia. L’obiettivo del Pd, stando alle sue parole, è quello di assicurare maggiori sicurezze a quelle che – ancora oggi – sono da considerarsi categorie svantaggiate in questi settori, ovvero: giovani professionisti e donne. Per i primi, nello specifico, è stato annunciata l’intenzione di procedere con specifiche riforme contro lo sfruttamento dei giovani professionisti, in modo tale da garantire loro sempre un equo compenso.

Per quanto riguarda le lavoratici, invece, l’obiettivo è quello di abbattere le discriminazioni di genere, a partire dall’approvazione di una legge sulla parità salariale tra uomini e donne.

Di Maio, messo al corrente delle dichiarazioni del segretario del Pd, non è apparso molto aperto e flessibile nell’abbracciare queste proposte. Le sue preoccupazioni, ha spiegato, sono al momento altre. Secondo il leader del Movimento 5 Stelle, il Governo dovrebbe concentrarsi su altre emergenze (come le alluvioni che in questi giorni hanno messo in ginocchio il Paese).

Intanto, mentre l’alleanza giallo rossa sembra per molti essere appesa ad un filo, gli emendamenti alla Legge di Bilancio 2020 sembrano essere pronti e in attesa di essere discussi. E se questi torneranno ad essere di nuovo motivo di discussione e contrasti all’interno della maggioranza lo scopriremo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Parità salariale ed equo compenso per donne e giovani: la proposta de...