Naspi, in arrivo il pagamento di novembre con il bonus 200 euro in più

L'Inps sta procedendo con l'erogazione dell'indennità di disoccupazione maggiorata dal bonus 200 euro per gli aventi diritto

I titolari di indennità di disoccupazione stanno ricevendo l’accredito Naspi in questi giorni a partire dal 10 novembre che per gli aventi diritto sarà integrato con il bonus 200 euro. I nuovi disoccupati che hanno inviato la richiesta entro le prime due settimane di questo mese, invece, dovrebbero cominciare a ricevere i primi assegni di disoccupazione a cominciare dal 15.

Naspi, in arrivo il pagamento di novembre: le modalità

I beneficiari dell’indennità di disoccupazione possono consultare in autonomia la data del pagamento di novembre accedendo all’area riservata del servizio sul sito dell’Inps, tramite le credenziali del Sistema Pubblico di Identità Digitale, Spid della Carta Nazionale dei Serivizi, Cns o della Carta di Identità Elettronica, Cie.

Effettuato l’accesso al Fascicolo previdenziale il soggetti titolari della Naspi potranno verificare lo stato del pagamento selezionando nel menu di sinistra le voci dedicate: “prestazioni”, “pagamenti”, “Disoccupazione non agricola” e infine “prestazione”.

Diversi i passaggi per coloro che hanno inoltrato all’Inps le nuove domande, per i quali è previsto un primo pagamento suddiviso in quote erogata in momenti diversi:

  • se la decorrenza della Naspi è partita tra il 1° e il 15esimo giorno del mese la prima parte dell’assegno verrà erogata a partire dal 15, con la seconda tra il 16 e fine mese.
  • se la decorrenza comincia nella seconda metà del mese la prima quota sarà erogata a partire dal 16.

Naspi, in arrivo il pagamento di novembre: il bonus di 200 euro

Per alcuni beneficiari dell’indennità di disoccupazione infine l’importo di novembre 2022 dovrebbe essere integrato nello stesso conto con il bonus una tantum di 200 euro previsto a ottobre: l’Inps ha impiegato molto più tempo del previsto per l’elaborazione dei pagamenti pertanto sta provvedendo solo ora e gli accrediti dovrebbero essere completati entro la fine della settimana (qui abbiamo fatto chiarezza sui pagamenti sospesi dei bonus 200 e 150 euro).

Il riconoscimento del bonus 200 euro è previsto solo per coloro che risultavano essere titolari della disoccupazione Naspi a giugno 2022. Coloro che hanno fatto richiesta successivamente potrebbero beneficiare del bonus 150 euro previsto nel decreto Aiuti ter sempre se percettori dell’indennità da disoccupazione nel mese di novembre.

Naspi, gli importi

Come indicato dalle linee guida dell’Inps, la retribuzione da prendere come riferimento per il calcolo delle indennità di disoccupazione Naspi sarà pari, secondo i criteri già indicati nella circolare n. 94 del 12 maggio 2015, a 1.250,87 euro anche per il 2022 (qui per sapere quando spetta l’anticipazione della Naspi).

L’importo massimo mensile di detta indennità, per la quale non opera la riduzione di cui all’articolo 26 della legge n. 41/1986, non può in ogni caso superare, per il 2022, 1.360,77 euro.

Anche quest’anno la misura della prestazione è pari al 75% della retribuzione media mensile imponibile ai fini previdenziali degli ultimi quattro anni, se la retribuzione è inferiore all’importo di riferimento stabilito dalla legge e rivalutato annualmente sulla base della variazione dell’indice ISTAT.

A tal proposito, va ricordato che la Naspi si riduce del 3% ogni mese (qui le modalità di calcolo) a decorrere dal primo giorno del sesto mese di fruizione. La riduzione scatta dall’ottavo mese se il beneficiario ha compiuto 55 anni alla data di presentazione della domanda.