Mascherine al lavoro, cosa cambia dal 1° maggio e per chi

Importanti novità in arrivo anche per le mascherine a partire dal 1° maggio. Il Governo lavora alle regole in ambito lavorativo

Importanti novità in arrivo anche per le mascherine a partire dal 1° maggio. Stando a quanto previsto dal decreto del 17 marzo, infatti, proprio a partire dal primo giorno di maggio non solo non sarà più obbligatorio il green pass, ma potremo anche dire addio all’obbligo di mascherine al chiuso.

Tuttavia, considerata la situazione contagi, che in Italia si attestano piuttosto stabili ormai da un mese e mezzo attorno ai 400mila settimanali, sono diverse le spinte dentro e fuori il governo che premono per una rimodulazione delle regole (qui dove potrebbe restare l’obbligo anche dopo il 1° maggio).

Questa è la settimana decisiva in cui l’Esecutivo Draghi dovrà prendere una decisione: allinearsi a buona parte degli altri Paesi europei ed eliminare le mascherine al chiuso, oppure mantenere la linea prudenziale, continuando con l’obbligo almeno nei casi di maggior rischio e assembramento, come cinema e teatri e luoghi al chiuso aperti al pubblico (delle regole a scuola, diverse, ne abbiamo parlato qui).

Mascherine al lavoro, fino a quando?

Ad oggi, per quanto riguarda l’ambito di lavoro, esiste un protocollo tra Ministero della Salute e Ministero del Lavoro che prevede il mantenimento dell’obbligo di mascherine nei luoghi di lavoro.

Il governo potrebbe ora decidere di creare condizioni diverse a seconda del settore pubblico e di quello privato. Nella PA le mascherine dovrebbero continuare ad essere indossate da tutti i dipendenti e addetti.

Nel privato il Governo potrebbe invece valutare di demandare la decisione al datore di lavoro, che, in base alla propria specifica situazione, cioè al rischio di contagio tra i lavoratori, dovrebbe così decidere se toglierle o meno.

Ricordiamo che fino al 31 dicembre 2022 resta anche l’obbligo vaccinale, con eventuale sospensione dal lavoro in caso di violazione della legge, per le professioni sanitarie e i lavoratori negli ospedali e nelle RSA. Fino alla stessa data rimane anche il green pass per visitatori in RSA, hospice e reparti di degenza degli ospedali.

Dove comprare le mascherine FFP2 a prezzo ridotto

Ricordiamo anche che le mascherine FFP22 si possono trovare in farmacia, nei supermercati, in alcune tabaccherie e online su vari siti e-commerce (qui le mascherine irregolari e come riconoscere quelle pericolose per la salute).

Su Amazon ad esempio il modello più venduto è mascherine FFP2 IDOIT 20/30PCS CE 2834 5 Strati BFE ≥99% (sigillate singolarmente). Le trovate in 6 colori diversi.

Tra le più economiche si trovano anche le mascherine MEDMASK 100% Made in Italy. Sono mascherine Ffp2 Senza Valvola certificate CE con capacità filtrante BFE ≥99%.

Per quel che riguarda invece i più piccoli, tra i modelli più venduti e affidabili su Amazon ci sono le YIDA Mascherine Ffp2 taglia piccola Monouso 5 Strati certificate CE.