Manovra estiva, il Governo punta tutto sul lavoro: le misure finanziate

Gran parte delle risorse del decreto agosto verranno dedicate alle misure di sostegno del lavoro. Ecco le più importanti

Incassato l’accordo a Bruxelles sul Recovery Fund, Conte, Gualtieri e gli altri ministri del governo si sono buttati a capofitto sulla manovra estiva che, secondo le prime indiscrezioni, dovrebbe pesare per altri 25 miliardi sui conti dello Stato. Una manovra che, tra le altre cose, dovrebbe prevedere diversi interventi a sostegno del lavoro.

Parte delle misure che l’Esecutivo giallo-rosso intende mettere in campo sono state anticipate dalla ministra Nunzia Catalfo nel corso di un incontro con le maggiori sigle sindacali. Pur sottolineando che di concreto non c’è ancora nulla, il ministro del lavoro e delle politiche sociali ha descritto a grandi linee quello che dovrebbe essere il pacchetto-lavoro incluso nella manovra estiva e quali le misure più importante per salvaguardare i livelli di occupazione.

Stop a licenziamenti e rinnovo Cassa Integrazione fino a fine 2020

La misura più corposa, fa sapere il ministro del lavoro ai rappresentanti di CGIL, CISL e UIL, riguarderà la proroga allo stop ai licenziamenti e il rinnovo della CIG fino a fine anno. L’unica eccezione, ovviamente, resta quella della cessazione dell’attività: in tutti gli altri casi, invece, le aziende italiane non potranno licenziare fino al 31 dicembre 2020.

Quelle in difficoltà a causa dell’emergenza COVID, invece, potranno ricorrere alla Cassa integrazione straordinaria, che verrà prolungata di altre 18 settimane (ossia, per quattro mesi e mezzo, di fatto fino a fine anno). Lo schema di applicazione sarà lo stesso utilizzato per la prima “tranche” di CIG: i datori di lavoro potranno inizialmente richiedere la Cassa Integrazione per un periodo di 9 settimane; nel caso in cui la situazione di difficoltà non sia terminata, potrà ricchiedere ulteriori 9 settimane di CIG.

Decontribuzione totale per assunzioni a tempo indeterminato

Rispetto al rinnovo e rifinanziamento delle misure già in atto, l’Esecutivo prevede nuove misure che incentivino l’assunzione di nuovi dipendenti. In particolare, con la manovra di agosto dovrebbe arrivare la decontribuzione per contratti a tempo indeterminato.

Le aziende che decideranno di assumere nuovo personale con contratto a tempo indeterminato (o che vorranno trasformare un contratto a tempo determinato in un contratto a tempo senza termine) godranno dello sconto totale sui contributi previdenziali. La misura, però, dovrebbe essere riconosciuta solo a quelle aziende che avranno un incremento netto dei posti di lavoro.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Manovra estiva, il Governo punta tutto sul lavoro: le misure finanziat...