Oltre 2mila euro ai dipendenti: il premio della multinazionale italiana

Grazie all'accordo stretto con i sindacati, la Ferrero ha riconosciuto un bonus al suo personale in tutta Italia

Il colosso internazionale dell’industria dolciaria Ferrero riconoscerà ai suoi dipendenti in Italia in media 2.200 euro in più sullo stipendio. Il premio è stato stabilito in seguito all’accordo raggiunto con le sigle sindacali per i 6mila operai negli stabilimenti nella Penisola, come previsto dall’accordo integrativo aziendale.

Ferrero, oltre 2mila euro ai dipendenti: quanto vale il premio in busta paga

Il bonus, che potrà variare leggermente a seconda della sede, fino a un massimo di 2.325 euro, sarà corrisposto nella busta paga di ottobre e sarà defiscalizzato, ma non varrà i dirigenti.

Nello specifico ai lavoratori di Alba andrebbero 2.201,99 euro lordi, ad aree e depositi 2.157,87 euro lordi, a Balvano 2.211,73 euro lordi, a Pozzuolo 2.220,39 euro lordi, a Sant’Angelo 2.325,85 euro lordi e agli staff 2.207,60 euro lordi.

Il premio individuale legato agli obiettivi (Plo) è stato calcolato sulla base dell’andamento di due parametri: il risultato economico, unico per tutta l’azienda, che concorre a determinare il 30% del premio, e il risultato gestionale, che vale il 70% del premio, legato all’andamento specifico di ogni stabilimento.

Ferrero, oltre 2mila euro ai dipendenti: l’accordo con i sindacati

“In un anno caratterizzato ancora dagli effetti della pandemia Covid 19, l’attenta attuazione di tutte le misure di sicurezza previste dalla legislazione e dai protocolli nazionali, ha consentito a tutti i dipendenti di lavorare in piena sicurezza”, si legge in una nota in cui azienda e sindacati esprimono “piena soddisfazione per tutte le attività fatte a garanzia della tutela e sicurezza dei lavoratori“.

Nel corso dell’incontro in video-conferenza, sono stati analizzati gli andamenti di mercato, le prospettive produttive aziendali, i programmi di investimento per gli stabilimenti e le unità aziendali italiane, le tendenze occupazionali e le iniziative previste dall’Accordo Integrativo Aziendale.

La proprietà e le sigle Fai-Cisl, Flai-Cgil, Uila-Uil, nazionali e territoriale, hanno inoltre espresso soddisfazione anche “per i risultati conseguiti e per la qualità e l’importanza dei progetti, degli investimenti e delle iniziative attuate in tutte le sedi aziendali, riconoscendo il ruolo strategico di consolidate e proficue relazioni industriali”.

Non è la prima volta che la multinazionale dolciaria riconosce ai suoi dipendenti un premio di questa entità: anche durante il lockdown per il Covid-19 la Ferrero è riuscita a mantenere attiva la produzione permettendo non solo ai lavoratori di centrare gli obiettivi previsti dall’accordo integrativo aziendale tra la proprietà e i sindacati, corrispondendo l’anno passato un premio medio di 2.100 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Oltre 2mila euro ai dipendenti: il premio della multinazionale italian...