Disoccupazione, Tis, assegno ordinario e emergenziale: quanto spetta nel 2021

L'Inps ha fatto sapere a quanto ammontano gli assegni per i trattamenti di integrazione salariale a partire dal mese di gennaio 2021

L’Inps ha reso noti i nuovi importi, validi a partire dal mese di gennaio 2021, dei trattamenti di integrazione salariale, dell’assegno ordinario, dell’assegno emergenziale per il Fondo di solidarietà del Credito, dell’assegno emergenziale per il Fondo di solidarietà del Credito Cooperativo, dell’indennità di disoccupazione NASpI, dell’indennità di disoccupazione DIS-COLL, dell’indennità di disoccupazione agricola, e dell’importo mensile dell’assegno per le attività socialmente utili.

Il decreto legislativo n. 148 del 14 settembre 2015, all’articolo 3, prevede che il tetto, ovvero la retribuzione mensile da prendere a riferimento come soglia di applicazione massimale più alta, sia aumentato nella misura del 100% dell’aumento derivato dalla variazione annuale dell’indice Istat dei prezzi al consumo per le famiglie di impiegati e operai. Gli assegni vengono dunque allineati all’eventuale aumento delle spese da sostenere.

Le cifre del trattamento di integrazione salariale del 2021

Il trattamento di integrazione salariale, prestazione rivolta ai lavoratori attivi che vengono assunti in somministrazione a tempo determinato e indeterminato, anche in apprendistato, e a cui viene ridotto o sospeso l’orario di lavoro ha nuovi tetti massimi a partire dal 1 gennaio 2021. Sono i seguenti.

  • Con retribuzione pari o inferiore a 2.159,48 euro, il tetto è di 998,18 euro (939,89 euro netti).
  • Con retribuzione superiore 2.159,48 euro, il tetto è di 1.199,72 euro (1.129,66 euro netti).

I massimali del Tis aumentano del 20% se concessi in favore delle imprese del settore edile e lapideo per intemperie stagionali.

  • Con retribuzione pari o inferiore a 2.159,48 euro, il tetto è di 1.197,82 euro (1.127,87 euro netti).
  • Con retribuzione superiore a 2.159,48, il tetto è di 1.439,66 (1.355,58 euro netti).

Le cifre dell’assegno ordinario del 2021

Questi i massimali dell’assegno ordinario del Fondo credito dal 1 gennaio 2021.

  • Con retribuzione mensile lorda inferiore a 2.184,24 euro, il massimale ammonta a 1.186,29 euro.
  • Con retribuzione mensile lorda compresa tra i 2.184,24 euro e i 3.452,74 euro, il massimale ammonta a 1.367,35 euro.
  • Con retribuzione mensile lorda superiore a 3.452,74 euro, il massimale ammonta a 1.727,41 euro.

Assegno emergenziale: a quanto ammonta nel 2021

In caso di sospensione o cessata attività lavorativa, i fondi di solidarietà mettono a disposizione anche una prestazione integrativa per chi è rimasto disoccupato. Questi i nuovi massimali per l’assegno emergenziale o integrativo nel 2021.

  • Con retribuzione tabellare annua lorda inferiore a 41.829,33 euro, l’importo mensile al lordo della riduzione del 5,84% ha un massimale di 2.443,35 euro.
  • Con retribuzione tabellare annua lorda compresa tra 41.829,33 e 55.037,77 euro, l’importo mensile al lordo della riduzione del 5,84%  ha un massimale di 2.752,41 euro.
  • Con retribuzione tabellare annua lorda superiore a 55.037,77 euro, l’importo mensile al lordo della riduzione del 5,84% ha un massimale di 3.852,34 euro.

I massimali dell’assegno emergenziale del Fondo del credito cooperativo sono invece i sguenti.

  • Con retribuzione tabellare annua lorda inferiore a 39.543,11 euro, l’importo mensile al lordo della riduzione del 5,84% ha un massimale di 55.152,24 euro.
  • Con retribuzione tabellare annua lorda compresa tra 39.543,11 e 55.037,77 euro, l’importo mensile al lordo della riduzione del 5,84%  ha un massimale di 3.151,99 euro.
  • Con retribuzione tabellare annua lorda superiore a 55.152,24 euro, l’importo mensile al lordo della riduzione del 5,84% ha un massimale di 3.666,06 euro.

Indennità di disoccupazione: quanto spetta nel 2021

La retribuzione da  prendere a riferimento per il calcolo delle indennità di disoccupazione NASpI e DIS-COLL è pari a 1.227,55 euro per il 2021. L’importo massimale dell’assegno non può in ogni caso superare i 1.335,40 euro.

Per quanto riguarda l’indennità di disoccupazione agricola, invece, gli importi massimi stabiliti sono 1.199,72 euro per il massimale più alto e 998,18 euro per quello più basso.

Assegno per attività socialmente utili: quanto spetta nel 2021

L’importo mensile dell’assegno che spetta per le attività socialmente utili è dal 1 gennaio 2021 pari a 595,93 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Disoccupazione, Tis, assegno ordinario e emergenziale: quanto spetta n...