Vaccini obbligatori, la Consulta conferma la legittimità

(Teleborsa) – L’estensione dei vaccini obbligatori per l’iscrizione a scuola è legittima. Lo ha deciso la Corte Costituzionale, cui era stata rimessa la questione su ricorso presentato dalla Regione Veneto.  

La Consulta ha stabilito la legittimità costituzionale dell’obbligo vaccinale ed anche la competenza del legislatore nazionale a decidere sulla questione. Il relatore Marta Cartabia ha sottolineato però che “la mancata vaccinazione non comporta l’esclusione dalla scuola dell’obbligo dei minori, che saranno di norma inseriti in classi in cui gli altri alunni sono vaccinati”.

La scelta di rendere i vaccini obbligatori, secondo la Corte, “non è irragionevole, poiché volta a tutelare la salute individuale e collettiva e fondata sul dovere di solidarietà nel prevenire e limitare la diffusione di alcune malattie”, aggiunge la Consulta.

I giudici costituzionali, sottolineando che tutte le vaccinazioni rese obbligatorie erano già previste e finanziate dallo Stato nell’ambito dei Lea (Livelli essenziali di assistenza sanitaria), giustificano il passaggio da un sistema di persuasione ad uno di obbligatorietà mediante accenno al contesto attuale caratterizzato da un progressivo calo delle coperture vaccinali

Vaccini obbligatori, la Consulta conferma la legittimità