Va in shock anafilattico durante il lavoro, il capo la licenzia

Ha mangiato delle noccioline durante la pausa ed è stata male, il capo l'ha licenziata in tronco

Durante il turno di lavoro, mangia delle noccioline che le provocano una brutta reazione allergica: il suo capo non la prende bene e la licenzia.

La vicenda di Danielle Duperreault ha davvero dell’incredibile. Lei, canadese, lavorava come commessa in un negozio di abbigliamento. Qualche giorno fa, mentre era in pausa pranzo, ha mangiato delle noccioline che le hanno provocato una grave reazione allergica. “In pochi minuti, la mia lingua ha cominciato ad andare a fuoco, ho iniziato ad avvertire un fortissimo prurito su tutto il corpo e mi sono resa conto che stavo andando in shock anafilattico” – ha raccontato a Buzzfeed.

Le sue colleghe sono subito intervenute e hanno chiamato i soccorsi, salvandola da conseguenze ben peggiori. Ma quando Danielle è arrivata in ospedale, sul suo telefono ha letto un messaggio da parte del suo capo che la informava del suo licenziamento: “Ho cambiato i tuoi turni per il resto della settimana e, purtroppo, non potrai lavorare da noi. Ti auguro tutto il meglio”.

Una storia assurda, aggravata dalle accuse della ragazza verso il suo ex capo che, secondo le parole di Danielle, non l’avrebbe aiutata nel momento di difficoltà: “Non è questo il comportamento che un datore di lavoro dovrebbe avere nei confronti di un proprio dipendente. Io avrei potuto morire”.

Leggi anche:
Cos’è lo shock anafilattico? Chiedi a Genio
Troppe ore su Facebook? Si rischia il licenziamento
Rischi il licenziamento se usi la mail aziendale per motivi personali

Va in shock anafilattico durante il lavoro, il capo la licenzia