Università, parte il blocco degli esami

(Teleborsa) – Parte da oggi, 28 agosto, lo sciopero dei docenti universitari.

Fino al 31 di ottobre e per tutta la sessione autunnale circa 5.400 professori di 79 università italiane non prenderanno parte per 24 ore agli appelli degli esami. Sarà garantito il mantenimento di almeno un appello nel periodo di agitazione e lo svolgimento delle altre attività istituzionali, come le lezioni o le sessioni di laurea.

Le rivendicazioni erano state diffuse in una lettera inviata al ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, in cui si chiedeva che gli scatti di stipendio venissero sbloccati a partire dal 1° gennaio 2015, come avvenuto per altri comparti della Pubblica Amministrazione, e non dal 1° gennaio 2016, come invece previsto dalla legge di bilancio.

Il responsabile del dicastero si era detta disponibile ad aprire un confronto, ma aveva definito “un errore” il blocco. D’altro canto l’Unione degli Universitari (UDU) aveva criticato le modalità dello sciopero, sostenendo che fosse necessaria l’unità – e non la frammentazione – del mondo accademico contro i “principi delle riforme che hanno ridotto l’università allo stato disastroso di oggi”.

Università, parte il blocco degli esami