Università, i Prof disertano gli esami d’autunno

(Teleborsa) – Docenti universitari in sciopero, ma con modalità molto particolari. La protesta cui hanno aderito oltre 5 mila Professori e ricercatori universitari di 79 atenei, salteranno il primo appello della sessione d’autunno. Verrà assicurata in ogni caso la tenuta di almeno un appello di esami nell’arco della sessione, che inizia il 28 agosto e termina il 31 ottobre 2017. 

Per ora si tratta appena del 10% dell’intero corpo docente delle università italiane, ma il numero potrebbe crescere prima dell’inizio della sessione autunnale. 

Le motivazioni dell’astensione sono le stesse di altri corpi docenti, pienamente condivise, il blocco degli scatti di anzianità in vigore dal 2011.

La protesta ha preso corpo in una lettera inviata al ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, in cui si chiede che gli scatti di stipendio vengano sbloccati a partire dal 1° gennaio 2015, come avvenuto per altri comparti della Pubblica Amministrazione, e non dal 1° gennaio 2016, come previsto dalla legge di bilancio. 

Lo sciopero non toccherà le altre attività istituzionali come le lezioni o le sessioni di laurea.

Università, i Prof disertano gli esami d’autunno