Un dipendente su tre si ammala di lunedì. I più cagionevoli in Calabria

Da una ricerca effettuata dall'Ufficio studi della CGIA di Mestre emerge che un lavoratore su tre si ammala di lunedì

(Teleborsa) – Curiosi i dati che emergono da una ricerca effettuata dall’Ufficio studi della CGIA di Mestre sugli eventi di malattia dei lavoratori dipendenti, dalla quale emerge che un lavoratore su tre si ammala di lunedì.

Oltre il 30% dei certificati medici che attestano l’impossibilità da parte di un operaio o di un impiegato di recarsi nel proprio posto di lavoro è stato presentato di lunedì, spiega la confederazione degli artigiani, segnalando che nel 2012 sono stati 6 milioni i lavoratori dipendenti italiani che hanno registrato almeno un evento di malattia e che complessivamente si sono persi 106 milioni di giorni di malattia.

Il segretario della CGIA, Giuseppe Bortolussi, invita però a leggere i dati "con grande attenzione" e a non strumentalizzarli, ricordando che "le nostre imprese possono contare sull’affidabilità di impiegati e operai che sono considerati tra i migliori lavoratori al mondo".

Nel tentare di spiegare il "fenomeno del lunedì", Bortolussi ha ricordato che "nel fine settimana si concentrano le attività conviviali e quelle legate al tempo libero. Con l’avvento della crisi, inoltre, sono sempre di più coloro che per risparmiare eseguono piccoli lavori di manutenzione nel proprio giardino o nell’abitazione in cui vivono. Iniziative che, in qualche modo, contribuiscono ad aumentare gli acciacchi degli italiani. Tenendo conto che molti medici di base il sabato e la domenica non svolgono la normale attività ambulatoriale, l’elevato numero di certificati che si riscontra al lunedì è in gran parte riconducibile a queste situazioni".

Tornando ai dati emerge che mediamente ciascun lavoratore dipendente italiano si è ammalato 2,23 volte ed è rimasto a casa 17,71 giorni, con ampie divergenze a livello territoriale: in Calabria ogni lavoratore dipendente è rimasto a casa mediamente 34,6 giorni, media che sale addirittura a 41,8 nel settore privato, mentre nel Trentino Alto Adige la media scende a 15,3 giorni.

VEDI ANCHE
Licenziamento legittimo per ‘assenteismo tattico’
Troppi giorni di malattia a ridosso di fine settimana e festività. Adesso si può licenziare
(Sentenza della Corte di Cassazione n. 18678/2014)
 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Un dipendente su tre si ammala di lunedì. I più cagionevoli in Calab...