L’ultimo saluto a Vincenzo Mancini, fondatore di Cisalfa Sport

Mancini si è spento all'età di 65 anni, ha fatto la storia dei negozi sportivi in Italia, insieme al fratello Maurizio

Oltre cinquecento persone hanno salutato per l’ultima volta Vincenzo Mancini, fondatore della catena di negozio di abbigliamento sportivo Cisalfa, che sono stati celebrati nella chiesa di San Francesco a Tivoli che non è riuscita ad accogliere tutti i fedeli.

Vincenzo Mancini si è spento all’età di 65 anni, insieme al fratello Maurizio ha fatto la storia dei negozi sportivi in Italia.

In una vecchia intervista rilasciata a Il Messaggero lo stessò Mancini ricordava così i suoi inizi: “Era il 1971. Per arrotondare, aiutavo un amico che aveva un negozio di articoli sportivi a Tivoli. Ero il commesso. Montavo attacchi per gli sci: 250 lire al paio”.

Divenuti proprietari del piccolo negozio di articoli sportivi in provincia di Roma, ben presto negli anni ’80 Mancini ha intravisto le grandi potenzialità del settore acquisendo il marchio di abbigliamento Bastogi e radicandosi nel Nord del Paese.
Poi il salto nel ‘94 con l’acquisto del gruppo Goggi, venti negozi al Nord e soprattutto in Lombardia, dal gruppo Percassi. Successivamente Mancini comprò la Carnielli (biciclette), Germani (tre negozi a Milano) e la catena d’abbigliamento per bambini Cicogna (negozi nel Lazio e un punto vendita anche a Londra). Infine Cisalfa Sport acquistò anche alcuni negozi con il marchio Longoni sport.
Nel 2006, Mancini vende la maggioranza dell’azienda a fondi di private equity, ma sei anni dopo, quando la società era entrata in difficoltà economica, l’ha ricomprata e risanata nel giro di quattro anni.

Oggi Cisalfa Sport conta oltre 140 punti vendita in Italia e 2500 dipendenti, distribuisce i brand più gettonati della galassia sportiva come Nike, Adidas e Puma e ne produce in conto terzi altri noti agli sportivi come Ellesse, Mistral, Fila, Arena e via dicendo. A Cisalfa fa capo anche il marchio proprio Best Company e nel tempo il percorso di crescita è passato attraverso l’acquisizione di insegne come Germani, Longoni Sport, Este Sport e Milanesio. Il gruppo registra oltre 400 milioni di ricavi e a Mancini si deve anche lo sbarco nell’e-commerce e un restyling ai punti vendita.

Per l’ultimo saluto a Vincenzo Mancini i familiari hanno comprato una pagina su diversi quotidiani nazionali. Nell’avviso a pagamento si legge semplicemente “Ciao Vincenzo”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’ultimo saluto a Vincenzo Mancini, fondatore di Cisalfa Sport