Tutto ciò che c’è da sapere sui concorsi pubblici 2016

Tutti pronti, al nastro di partenza, per la ricerca del lavoro. Compito agevolato dall'uscita di molti concorsi pubblici, ecco la guida su come partecipare.

Per l’11,3% di disoccupati italiani, e per tutti coloro che ambiscono a migliorare il loro status lavorativo o semplicemente a cambiare lavoro, c’è ancora una speranza.
Il 2016 sarà infatti l’anno dei concorsi pubblici e, si spera, della ripartenza economica.
In questi bandi si terrà più in considerazione il titolo di studio, non più lauree che di fronte alla legge sono tutte uguali quindi, ma pesi specifici diversi in base al prestigio dell’università stessa e, più in generale, al curriculum del candidato.

Fra questi, di rilievo, anche per le novità che contiene, è il bando che interessa l’istruzione. Eliminate le graduatorie, si potrà entrare nel circuito scolastico solo per mezzo di concorso pubblico.
L’unico requisito che si richiede, ma indispensabile, è l’abilitazione all’insegnamento. Le prove cominceranno nei primi mesi del 2016 per finire in tempi utili a consentire l’assunzione, che dovrebbe essere ufficiale a partire dal 1° settembre 2016, di tutti coloro che risulteranno vincitori.
I posti messi a bando sono quasi 64.000, suddivisi tra scuola dell’infanzia, primaria, secondaria ed insegnanti di sostegno.

Anche l’Inail ha indetto, per il 2016, dei concorsi pubblici per l’assunzione di 56 posti, tra tecnici ortopedici e ingegneri.
I requisiti richiesti sono diversi in base alla qualifica, per i tecnici ortopedici è richiesto ad esempio un diploma conseguito con almeno 95/100 di voto e 105/110 per la laurea, anch’essa obbligatoria. Alle altre categorie è richiesto solo il diploma di scuola secondaria.
Patente di guida, cittadinanza italiana o europea, fedina penale pulita e almeno 2 anni di esperienza nel ruolo per cui ci si candida.
Domanda da presentare entro il 4 febbraio, a seguire una prima prova scritta, un esame teorico-pratico ed infine un colloquio.

Molte altre sono le figure ricercate in questo 2016, il Ministero dei Beni culturali assumerà attraverso concorso pubblico, 500 tecnici tra architetti, bibliotecari, storici dell’Arte e archeologi.
Concorsi pubblici per laureati in giurisprudenza sparsi in tutta Italia per istruttore amministrativo, giudice, viceprocuratore, funzionario amministrativo e 10 prestigiosi posti di avvocato dello stato, con scadenza il 12 marzo.
30 posti come vigili del fuoco con scadenza il 25 febbraio, per far parte della banda musicale del corpo, ma anche 814 posti per entrare a far parte del vero e proprio corpo dei vigili del fuoco.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tutto ciò che c’è da sapere sui concorsi pubblici 2016