Tutti i capi insopportabili hanno un tratto in comune, lo dice la scienza

Cosa rende un capo insopportabile? Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista ''The Academy of Management Journal'', c'è una caratteristica comune: l'imprevedibilità

Credete di avere un capo insopportabile? Pensate che non ci sia cosa peggiore che andare al lavoro, sapendo che vi aspetta una ramanzina per il vostro rendimento? In realtà, qualcosa di peggio c’è: è arrivare in ufficio e non avere la più pallida idea di come sarete trattati dal vostro responsabile. Secondo un nuovo studio, pubblicato sulla rivista ”The Academy of Management Journal”, ripreso anche dal Washington Post, l’imprevedibilità è qualcosa di ancora più deleterio per la salute ed il benessere dei dipendenti, rispetto ad un atteggiamento costantemente ingiusto del proprio capo.

Per verificare questa teoria, i ricercatori hanno reclutato circa cento impiegati, appartenenti a diversi settori industriali. Nel corso di tre settimane i lavoratori hanno compilato quotidianamente un questionario, valutando l’atteggiamento del proprio manager. Analizzando la percezione dei dipendenti sull’equità dei responsabili nei loro confronti e le sensazioni provate rispetto al proprio lavoro, i ricercatori sono giunti ad un risultato sorprendente: il capo più insopportabile è quello volubile. I dipendenti che hanno un responsabile con un atteggiamento altalenante sono infatti molto più stressati, emotivamente esausti e meno soddisfatti del lavoro che fanno, rispetto a quelli che hanno un capo che li tratta sempre ingiustamente.

Questi risultati non fanno che rafforzare il concetto già emerso in una recente ricerca di Google: a quanto pare la caratteristica più importante di un leader di successo non è la laurea o il quoziente intellettivo, ma la noiosa prevedibilità. Come ha scritto lo psicologo del lavoro Tomas Chamorro-Premuzic nel ”The Harvard Business Review”, i migliori dirigenti sono le persone più affidabili, non quelle più brillanti. Contrariamente a quanto si crede (pensando a leader geniali e bizzarri come Steve Jobs), i capi che sono emotivamente instabili di solito non hanno tanto successo.

Anche se un manager si comporta in modo tendenzialmente equo, tuttavia, a volte è necessario prendere una decisione che può sembrare ingiusta. Nell’intervista al Washington Post, Fadel Matta, autore principale della ricerca, ha dichiarato che in questi casi la strategia più efficace è cercare di dire in anticipo ai dipendenti che cosa sta per accadere. Essere trasparenti e preparare il proprio team ad affrontare una difficoltà ha infatti un duplice vantaggio: da un lato riduce lo stress dei lavoratori, dall’altro fa apparire il leader migliore ai loro occhi.

Tutti i capi insopportabili hanno un tratto in comune, lo dice la ...