Trovare lavoro dopo la laurea? Perché è quasi un’utopia in Italia

Quasi la metà dei laureati in Italia non riesce a trovare lavoro dopo l'Università

Il mondo del lavoro è in crisi e lo stallo occupazionale in Italia sta fortemente ostacolando i giovani che desiderano fare carriera e affermarsi come professionisti. I dati, a tal proposito, sono sempre più allarmanti e confermano un andamento di ripresa lento che, purtroppo, non lascia ben sperare.

L’ultimo studio condotto da Eurostat, per esempio, afferma che in Italia solo il 59,8% dei laureati riesce a trovare un lavoro dopo aver concluso il percorso di studi accademico. Questo significa che ad oggi, una volta finita l’Università, quasi la metà dei giovani rimane senza un impiego. I dati ovviamente sono scoraggianti ma, ad onor del vero, bisogna dire che la situazione è migliorata rispetto a qualche anno fa.

L’indagine di Eurostat è una fotografia delle situazione occupazionale in Italia aggiornata al 2018. La percentuale di chi lavora è infatti cresciuta di ben 10 punti rispetto al 2014. Se da un lato dovremmo rincuorarci, tuttavia, dall’altro dobbiamo anche guardare in faccia la realtà. Abbiamo ancora molta strada da fare, sopratutto se ci paragoniamo ad altri paesi europei, dove la media di chi trova lavoro subito dopo la laurea, secondo gli ultimi dati resi noti, è uguale all’83,5%.

L’Italia in questo senso è messa persino peggio della Grecia, mentre sfigura decisamente se paragonata a paesi come la Germania, la Repubblica Ceca, i Paesi Bassi, l’Austria e la Svezia (dove il tasso di occupazione dei laureati è circa del 90%).

La situazione, inoltre, peggiora se si prendono in considerazione determinate zone dello stivale o se, come dimostra la ricerca, si analizza la situazione dei giovani non laureati (ovvero quelli che hanno conseguito solo il diploma). Nel primo caso, in particolare, risulta che le zone in Italia con il tasso di disoccupazione più alto, concentrate al Sud, sono anche quelle dove trovare lavoro per un laureato è quasi un utopia.

In Sicilia solo il 27% dei laureati trova un impiego una volta conseguito il titolo e in Basilicata e in Calabria solo il 31%. Zone queste che sono riuscite a piazzarsi dopo Sterea Ellada, una regione nella Grecia centrale dove solo il 32% dei giovani laureati lavora dopo l’Università.

Per quanto riguarda invece i diplomati, i dati Eurostat hanno dimostrato che – purtroppo – meno sono i titoli conseguiti e minori sono le possibilità per un giovane di trovare lavoro dopo aver concluso gli studi. Nonostante la percentuale italiana sia aumentata rispetto agli scorsi anni, solo il 48,9% dei diplomati lavora a tre anni dalla maturità. Un dato questo che, ancora una volta, ci fa sfigurare contro la media europea, che oggi ha raggiunto una percentuale pari al 76,5%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Trovare lavoro dopo la laurea? Perché è quasi un’utopia in&nbs...