Trovare lavoro a 50 anni: perché un’azienda dovrebbe preferire un cinquantenne

Come trovare lavoro a 50 anni: quali sono gli elementi di forza su cui potete contare e le strategie che è possibile adottare per farsi assumere da un'azienda

Trovare lavoro a 50 anni non è più un’utopia: se, a questo punto della vostra vita, doveste trovarvi senza un’occupazione, ci sono davvero molti elementi su cui potete contare per trovare al più presto un nuovo impiego. Le aziende, infatti, sanno benissimo che, assumendo un individuo già formato, risparmieranno tempo e denaro, in quanto la persona sarà in grado già dal primo giorno di svolgere in completa autonomia la sua mansione. Tuttavia, molto spesso i datori di lavoro preferiscono impiegare giovani perché, assumendo un ventenne, possono sfruttare l’opzione dell’ apprendistato o del contratto di inserimento, che dà diritto a sgravi fiscali.

Al fine, pertanto, di riuscire a vincere la concorrenza, un cinquantenne che sia intenzionato a superare un colloquio di lavoro, dovrà far valere i suoi due maggiori elementi di forza, vale a dire l’esperienza e l’autonomia nello svolgimento delle proprie mansioni. La prima cosa da fare, dunque, è quella di scrivere il vostro curriculum vitae, in cui riepilogare tutte le esperienze maturate: oltre a indicare la data e il datore di lavoro, sarà utile inserire anche una breve descrizione della mansione svolta, al fine di far comprendere le abilità acquisite. Durante il colloquio, anziché fare un elenco delle precedenti attività, cercate invece di parlare il più possibile di voi, delle vostre conoscenze e dei vostri obiettivi. Dimostrate, inoltre, di avere sicurezza e padronanza del settore, rispondendo sempre in maniera precisa e puntuale alle domande che vi vengono poste; se vi dovessero chiedere il motivo per cui volete cambiare lavoro, rispondete apertamente, illustrando i motivi che vi hanno condotto a fare questa scelta e specificando che si tratta di un’occasione per rimettersi in gioco.

Anche se le persone che vi stanno valutando potrebbero essere più giovani di voi, utilizzate sempre un tono formale, usando un gergo tecnico allo scopo di far comprendere ai vostri esaminatori che siete molto più preparati e professionali dei candidati più giovani. Una volta rotto il ghiaccio, potrete anche utilizzare un tono più socievole, ma non prima di aver fatto sfoggio delle vostre abilità tecniche; se avete, infine, già lavorato nel settore per cui vi state candidando, parlate degli incarichi più importanti che avete svolto, citando clienti e persone con cui avete collaborato. E’ estremamente probabile, infatti, che il vostro futuro datore di lavoro li conosca e, dunque, possa farsi in questo modo l’idea delle vostre competenze, o, addirittura, mettersi in contatto con loro per avere informazioni aggiuntive sul vostro conto. Sfruttare le proprie relazioni personali è, infatti, sempre un ottimo metodo per trovare lavoro in modo rapido e sicuro.”

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Trovare lavoro a 50 anni: perché un’azienda dovrebbe preferire ...